Rapino, partito fondamentale per scelta della classe dirigente occorre ridare senso ai luoghi Pd

L’Aquila. “Ho letto la proposta di riforma elettorale, che Massimo Cialente, ha reso pubblica rivolgendosi sia a me sia al Governatore della Regione Abruzzo Luciano D’Alfonso. Ritengo che le considerazioni Marco Rapino Pd 2e i buoni propositi del Sindaco siano giuste se l’obiettivo che vogliamo porci è quello di costruire una visione generale d’Abruzzo.” Lo afferma Marco Rapino, segretario regionale del Partito democratico. “Viviamo in una regione dove il policentrismo rischia di accentuare troppi localismi” spiega Rapino “che possono frenare una strategia comune che punta al benessere di tutti i cittadini. Questo limite oggi viene accentuato anche dalla legge elettorale. Nel Partito Democratico, su questo, sarà necessario un dibattito interno per cercare di discutere e confrontarsi senza pregiudizi, alla luce del sole per trovare e proporre soluzioni concrete. Vogliamo rendere più ampia la nostra idea d’Abruzzo. Per affrontare temi così delicati come i localismi, le strategie per il nostro futuro, la visione della nostra Regione, dobbiamo fare emergere l’importanza del ruolo del partito nell’effettuare le scelte che ci portano alla selezione della nostra classe dirigente. Ecco perché sto spendendo il mio mandato per ridare senso ai luoghi del nostro partito, partendo dai circoli e dalle nostre assemblee, solo ridando forza e protagonismo ai nostri militanti potremo mettere in campo, con forza, una comunità politica che si riconosce in un Abruzzo finalmente unito.”