Bruciano 10 ettari di bosco. L’incendio minaccia il Parco Gran Sasso – Monti della Laga

Teramo. Sono dieci complessivamente gli ettari andati a fuoco nell’incendio che perdura dall’1,30 della notte tcanadair incendiora martedì e mercoledì sui Monti della Laga, fra Torricella Sicura, Ioanella, Roiano e MagnanellaSecondo la forestale l’incendio potrebbe avere origine dolosa; si esclude l’autocombustione mentre viene considerata l’ipotesi colposa dell’incendio che ha già distrutto due ettari di bosco misto latifoglie, tre di pineta secolare, tre di pascolo arbustivo e due di pascolo nudo. Il fuoco è stato circoscritto grazie a due canadair che a più riprese hanno gettato acqua sulla macchia prelevata dal lago di Campotosto. Sul posto le unità di terra dei vigili del fuoco, sei della Forestale e tre squadre di volontari. A rischio sono gli ettari di bosco del parco nazionale Gran Sasso Monti della Laga. Il rogo viene monitorato costantemente per il timore che l’aumento delle temperature e la brezza alimentino le ceneri roventi. Bosco in fiamme. Ci sono voluti 49 lanci d’acqua dai canadair da 5.500 litri ognuno per spegnere l’incendio che per quasi venti ore ha inceneritoi dieci ettari di bosco. I canadair hanno attinto acqua dal lago di Campotosto e dal Mare Adriatico mentre diverse sono state le unità di terra al lavoro con gli idranti. Stamane è stata effettuata una nuova bonifica con nuovi lanci d’acqua sulla zona interessata per evitare che la canicola potesse favorire lo sviluppo di fiamme da braci eventualmente ancora attive.