Neve e gelo minacciano la ripresa delle lezioni, in provincia di Chieti emesse nuove ordinanze di chiusura

Chieti. In considerazione delle persistenti basse temperature che si registreranno anche nelle prossime ore e del ghiaccio presente lungo gran parte delle strade, i sindaci di Fossacesia, Enrico Di Giuseppantonio, Mozzagrogna, Tommaso Schips e Santa Maria Imbaro, Mariella Di Nunzio, d’intesa con il dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo di Fossacesia, Silvino D’Ercole, hanno disposto la sospensione delle attivita’ didattiche anche per domani in tutte le scuole di ogni ordine e grado. La sospensione – siegano i tre sindaci – si e’ resa necessaria per motivi di sicurezza e per consentire un riscaldamento adeguato degli ambienti scolastici. I tre primi cittadini infatti fanno sapere di aver provveduto non solo alla verifica di tutti gli impianti, ma di aver disposto anche fin dai giorni scorsi l’accensione del riscaldamento, al fine assicurare per il rientro degli alunni locali confortevoli.

Il sindaco di Orsogna (Chieti), Fabrizio Montepara, ha prorogato fino a sabato prossimo, 14 gennaio, la chiusura delle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado, a esclusione degli uffici amministrativi, e dell’asilo nido comunale. Disposta anche la sospensione del mercato settimanale di venerdi’ 13 gennaio. Lungo le strade comunali sono ancora presenti ingenti quantita’ di neve accumulatasi in seguito alle abbondanti nevicate dei giorni scorsi, che rendono difficile il transito pedonale e veicolare. Il Comune sta proseguendo con tutti i mezzi a disposizione le operazioni di sgombero della neve, rese molti difficili proprio dagli accumuli che hanno superato anche il metro di altezza.

Anche il sindaco di Lanciano, Mario Pupillo, ha ordinato la sospensione delle attivita’ didattiche delle scuole di ogni ordine e grado del territorio comunale, compresi i nidi d’infanzia, per la giornata di domani. L’ordinanza e’ stata emessa dopo una riunione con il Centro Operativo Comunale in cui sono state illustrate dai tecnici le relazioni sullo stato dei luoghi delle scuole, delle piazzole di sosta degli autobus e dei minibus, dei percorsi pedonali abitualmente utilizzati dagli studenti. Il tutto alla luce delle previsioni meteo del Centro Funzionale d’Abruzzo che annunciano tra oggi e domani temperature abbondantemente sotto lo zero, massime stazionarie e minime in calo con rischio concreto ed esteso di gelate, anche in pianura. Dal pomeriggio di ieri e per tutta la giornata di oggi i mezzi delle ditte incaricate sono impegnate per liberare i marciapiedi e i parcheggi nei pressi delle scuole: l’obiettivo e’ consentire la ripresa delle lezioni per venerdi’ 13 gennaio in condizioni di massima sicurezza per studenti, famiglie e lavoratori. Dalla riunione e’ emerso che le gelate notturne, nonostante i circa 800 quintali di sale sparso lungo le strade principali e secondarie di Lanciano, rappresentano ancora un pericolo concreto a causa delle temperature comprese tra i -6 e i -4 gradi. Un miglioramento in questo senso e’ atteso a partire dal pomeriggio di domani, quando il termometro tornera’ vicino allo 0. Le lezioni dunque riprenderanno regolarmente venerdi’ 13 gennaio, quando secondo le previsioni dell’Areonautica Militare Italiana la fase critica dell’ondata di gelo e neve verra’ superata con temperature intorno ai 4 gradi e assenza di precipitazioni nevose. “Ringrazio tutti i lavoratori – dice Pupillo – che dalla sera di giovedi’ 5 gennaio e per sei giorni consecutivi hanno operato senza sosta per ridurre al minimo i disagi di questa eccezionale ondata di gelo e neve: sono caduti su Lanciano tra i 40 e i 60 cm di neve, a seconda delle zone. Il piano neve ha funzionato, grazie alla Centrale Operativa Comunale, al Settore Lavori Pubblici coordinato dall’assessore Pino Valente e a tutti i dipendenti comunali impegnati in prima linea per fronteggiare l’emergenza. Non si sono registrati problemi particolari alla viabilita’ – prosegue il sindaco – salvo alcuni mezzi pesanti che hanno perso aderenza senza che nessuno si facesse male. La massima sicurezza possibile degli studenti e delle famiglie in questa situazione straordinaria e’ la priorita’ assoluta”.

A Pescara, invece, domani scuole di ogni ordine e grado aperte. “Stamane ho fatto il giro dei plessi comunali con la consigliera Leila Kechoud ­ ha detto l’assessore comunale Giacomo Cuzzi ­, a noi si è aggiunto anche il sindaco. Il maltempo non ha arrecato alcun tipo di danno alle strutture di competenza del Comune; quelle che si erano manifestate alla Michetti e alla Antonelli sono state risolte già il giorno dopo la prima ondata di maltempo e stamane abbiamo nuovamente verificato tutto, abbiamo fatto liberare la neve che in alcuni casi era su marciapiedi e vicina agli ingressi e abbiamo fatto spargere del sale per mettere in sicurezza tutti i percorsi”. Ripresa regolare delle lezioni domani anche a Pescocostanzo (L’Aquila), Spoltore (Pescara) e Roseto degli Abruzzi (Teramo). Per quanto riguarda il servizio scuolabus di quest’ultimo centro l’amministrazione avvisa che “in considerazione della previsione di gelate per la rigidità delle temperature minime previste, il servizio sarà assicurato ma evitando il transito sulle zone dei crinali collinari, le cui arterie presentano alternanza di salite e forti discese che potrebbero essere interessate dalla presenza di lastre di ghiaccio”.