Picchia e violenta la cognata: la donna rimane incinta, 48enne rinviato a giudizio

Lanciano. Arriva da Lanciano una storia tanto squallida quanto incredibile. Un uomo, ospite a casa del fratello, avrebbe più volte violentato la cognata fino a metterla incinta. La Procura ora ha chiesto il rinvio a giudizio per L.M., 48 anni. L’uomo, del frentano, è accusato di violenza sessuale aggravata dalla circostanza che la vittima era affetta da ritardo mentale.

Come riporta Il Messaggero i fatti sarebbero accaduti nel gennaio dello scorso anno. Durante un periodo di permanenza a casa del fratello, il 48enne avrebbe più volte picchiato la cognata per costringerla a subire atti sessuali. La donna, rimasta incinta, è stato poi costretta a ricorrere all’aborto terapeutico.
La famiglia in questione è oggetto di attenzioni da parte dei servizi sociali per le sue condizioni di disagio. Alla coppia sono stati tolti i figli su disposizione dal tribunale dei minori dell’Aquila.