AbruzzoLive

Sesso a pagamento nelle case inagibili, il comune interviene e sbarra l’ingresso alle prostitute

L’Aquila. “A seguito delle numerose segnalazioni dei residenti e di sopralluoghi effettuati sul posto, il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, e l’assessore alla Sicurezza urbana, Emanuele Imprudente, hanno disposto il divieto di ingresso nella zona delle case popolari in via Di Vincenzo. A seguito della decisione, gli operai del Comune hanno provveduto a posizionare delle transenne in corrispondenza degli ingressi del complesso residenziale, gravemente lesionato a seguito del terremoto del 2009, e a chiudere con dei pannelli le porte e le finestre degli alloggi che erano state divelte nel corso degli anni.

“La zona era diventata luogo di degrado e ritrovo di prostituzione, secondo le varie segnalazioni che abbiamo avuto – han no dichiarato il sindaco Biondi e l’assessore Imprudente – Il degrado dell’area aveva esasperato i residenti che a più riprese ci avevano chiesto di intervenire. Il provvedimento è una prima risposta in attesa di procedere al recupero e alla ricostruzione delle case popolari di proprietà del Comune, ancora abbandonate come la mattina del sisma”. Le foto riguardano gli interventi effettuati per impedire l’accesso alla zona delle case popolari di via Di Vincenzo.