Al via i lavori di riqualificazione della Stella Maris, sarà colonia estiva e convitto

Montesilvano. Al via i lavori di riqualificazione della Stella Maris, l’ex colonia marina che si trova sul lungomare di Montesilvano, in stato di abbandono da tempo. Stamani l’inizio delle attività, nell’ambito di un intervento, finanziato con un milione di euro, somma recuperata tramite la Regione Abruzzo dai fondi Fas, che servirà a trasformare l’antica colonia in un contenitore di attività polifunzionali, come la ‘colonia estiva’ per bambini. Verranno recuperati spazi a scopo ricettivo, con una capienza di circa 80 posti letto, che potranno essere utilizzati anche come ostello nel periodo estivo e convitto per l’istituto alberghiero di Pescara in periodo scolastico. Per l’avvio dei lavori si è svolta una conferenza stampa, cui hanno preso parte, tra gli altri, il governatore dell’Abruzzo, Luciano D’Alfonso, il presidente della Provincia, Antonio di Marco, il dirigente del settore Lavori pubblici della Provincia, Paolo D’Incecco, la dirigente scolastica dell’Alberghiero, Alessandra Di Pietro, e Angelo De Cesare, della ditta Ulrico De Cesare,
vincitrice della gara per il recupero dell’edificio.

I lavori prevedono il completamento dei collegamenti verticali, cioè vani scale e vani ascensori, la realizzazione degli impianti idrici, la realizzazione di tramezzature interne, la realizzazione di servizi igienici, il completamento delle finiture, la sistemazione degli spazi esterni con la realizzazione di parcheggi, zone di gioco e verde attrezzato. Verrà inoltre demolito un abuso edilizio realizzato
negli anni scorsi nelle aree di pertinenza. “Sono contento e soddisfatto – ha detto Di Marco – L’obiettivo è far riprendere il volo alla struttura, che verrà restituita non solo alla città, ma alla provincia di Pescara e a tutto l’Abruzzo. Ci sono a disposizione 2,5 milioni e oggi parte il primo stralcio del lavori, per un totale di un milione. La struttura verrà completamente recuperata e resa fruibile alle attività previste, cioè la colonia marina estiva e il convitto dell’alberghiero, dato che oggi la Provincia paga un affitto per ospitare gli studenti dell’istituto. Ci saranno spazi come ristorante e bar. Verranno riqualificati anche il giardino e le aree esterne, che
saranno a disposizione della collettività. Per noi era prioritario impegnare le risorse e avviare il cantiere”. “Sono convinto che questa opera leader tornerà alla lucentezza che merita da anni – ha affermato D’Alfonso – Prenderà una funzione di composizione col mondo scolastico, in particolare con l’istituto Alberghiero di Pescara, ma poi con tutta la gioventù e l’adolescenza che vuole venire in vacanza non solo dall’Abruzzo. Io non ho difficoltà a riconoscere che qui c’è stata una grande idea di Mussolini, un’idea da benessere diffuso che, per quanto mi riguarda, la storia ha cristallizzato e noi vogliamo ripetere. Sarà anche un luogo di grande vitalità culturale e
l’impegno che ha preso il sindaco con l’accademia delle Belle arti noi faremo in modo che venga rispettato”, ha concluso il governatore.