Emergenza neve e risarcimento danni: D’Alfonso già incassati 15 milioni, altri 32 entro il 15 novembre

L’Aquila. “Sull’emergenza neve del 18 gennaio scorso abbiamo incassato 15 milioni di euro subito, già allibrati nella contabilità della Regione, e 32 milioni entro il 15 novembre per tre categorie di ristoro: accoglienza garantita alle famiglie evacuate, alberghiera o autonoma sistemazione; rimozione della neve; lavori effettuati per evitare incombenti pericoli”. Lo ha annunciato il presidente della Regione Abruzzo, Luciano D’Alfonso, a L’Aquila, illustrando ai giornalisti gli esiti dell’incontro con il capo dipartimento della
Protezione civile, Angelo Borrelli. Il governatore ha inoltre aggiunto: “Ieri è arrivata una nota che ci libera altri 44 milioni, 19,7 dei quali per interventi di mitigazione del rischio idrogeologico. 7,2 milioni per bonifiche di discariche; 17,2 milioni per il servizio idrico integrato”.

Le somme provengono dal Fondo Sviluppo e Coesione (Fsc) 2014-2020 e, in particolare, dal piano operativo ambiente. “Si tratta di contabilità di competenza, come se fossero assegni già firmati, devono diventare cassa, ma intanto possono partire le gare d’appalto”, ha concluso il presidente.