A Roccaraso tutto pronto per la nuova stagione invernale, ultimi test ai nuovi impianti di innevamento

Roccaraso. “Sono positivi i primi test del nuovo impianto di innevamento programmato realizzato all’Aremogna”. Lo fa sapere la Technoalpin, ditta specializzata impegnata nei test che andranno avanti per tutto novembre in modo che, fra meno di un mese, sarà possibile attivare il nuovo sistema per innevare in poche ore quasi tutti i 110 km di piste dell’Aremogna, Pizzalto e Monte Pratello. La conferma arriva dal direttore dei lavori, Marco Cordeschi, che nei giorni scorsi ha chiuso il cantiere all’Aremogna dopo aver realizzato l’ampliamento del bacino idrico del Pallottieri, arrivato a una capacità di oltre 60 mila metri cubi, e nuove linee di innevamento in alta pressione per circa4 chilometri. Il nuovo impiantoè stato finanziato dalla Regione Abruzzo con 8 milioni del Par-Fsc 2007-2013.

“Le prime sensazioni sono molto positive e sono convinto che appena le condizioni di freddo lo permetteranno l’impianto entrerà subito in funzione a pieno regime” ha detto Cordeschi. “In questi mesi abbiamo realizzato il primo potenziamento
dell’impianto d’innevamento programmato, dopo i lavori che lo scorso anno avevano interessato i bacini di Pizzalto e di Monte Pratello. Ora anche le piste che ruotano intorno all’area del Macchione e delle Gravare, potranno contare su un sistema d’innevamento all’avanguardia, a basso consumo energetico e con cannoni di ultima generazione in grado di produrre una neve di altissima qualità. Ora – ha proseguito Cordeschi – utilizzeremo questo periodo che ci separa dall’apertura degli impianti per andare avanti con i test e per essere pronti tra fine novembre e primi dicembre”.