XVI edizione del Premio Polidoro, domande entro il 28 novembre

L’Aquila. Un’edizione con la “cinghia tirata” per un premio di giornalismo che non dipende dagli enti pubblici e si propone come ‘baluardo’ dell’informazione di qualità in Abruzzo. Con queste prerogative è stata presentata oggi, a L’Aquila, la 16/a edizione del riconoscimento intitolato a Guido Polidoro, storico capo della redazione regionale del quotidiano Il Messaggero, organizzato dall’Ordine dei Giornalisti con il supporto della banca Bper e della Fondazione Carispaq. “Era un premio della Provincia dell’Aquila, ma se ne sono liberati con un’eleganza incredibile – ha ironizzato il presidente dell’Ordine, Stefano Pallotta – Una mano ce la danno la banca e la fondazione, ma quest’anno abbiamo dovuto diminuire i premi”.

La partecipazione sarà possibile fino al 28 novembre, informazioni sul sito www.odg.abruzzo.it. La premiazione avverrà il prossimo
15 dicembre alle 17, all’auditorium Bper, nell’ambito di un convegno che, ha detto Pallotta, “opererà una riflessione su servizio pubblico televisivo e informazione locale, approfondendo tre figure che hanno diretto il tg Abruzzo: Giuseppe Mori, Giovanni Verna, scomparsi, e Fausto Celestini”. La commissione giudicatrice sarà guidata da Walter Capezzali, storico cronista e docente universitario, dagli addetti stampa di Bper e Fondazione, Luca Marchetti e Angela Ciano, e da un rappresentante dello stesso Odg ancora da nominare. “Assistiamo a un’involuzione che colpisce le caratteristiche della professionalità – ha detto Capezzali – Un premio così è una delle poche ciambelle di salvataggio che i colleghi possano utilizzare e perciò ci auguriamo una bella partecipazione”. Marchetti ha assicurato l’impegno della Bper, che nel 2013 ha assorbito la Cassa di risparmio, anche per le prossime edizioni.