Uomo arrestato con fucile abusivo e mirino di precisione a bordo di un’auto rubata

Giulianova. Un fucile calibro 16 con calcio artigianale, mirino di precisione a infrarossi e canne mozzate, oltre a refurtiva varia, sono stati sequestrati dai carabinieri della Compagnia di Giulianova (Teramo) all’interno di una Fiat Punto rubata lo scorso 28 ottobre a Teramo e parcheggiata in una piazzola di sosta sulla Statale 16 a Giulianova. L’uomo che l’ha parcheggiata e poi si è presentato a riprenderla, un 34enne di Teramo, è stato arrestato per porto abusivo di arma alterata, alterazione di armi e ricettazione. Aveva con sé anche una modica quantità di eroina. L’uomo era stato notato parcheggiare il mezzo per poi allontanarsi. Quando i carabinieri hanno perlustrato l’auto, lasciata aperta, hanno scoperto l’arma, una idropulitrice, un compressore e tre telefoni cellulari.

Hanno quindi atteso il ritorno del 34enne e lo hanno accompagnato in caserma, poi nel carcere di Castrogno a disposizione del magistrato. I Carabinieri stanno indagando per accertare la provenienza dell’arma, che non risulta censita nella banca nazionale delle armi comuni da sparo, e soprattutto a cosa potesse servire o a chi era destinata. L’uomo poco tempo fa era stato arrestato perché sorpreso a rubare denaro in un distributore automatico all’interno di una lavanderia a gettoni in via Matteotti.