Sequestrati castagne e meloni in ‘saldo’ dai forestali, prodotti privi di certificazione e provenienza

Castel di Sangro. I carabinieri forestali di Castel di Sangro, nell’ambito dei controlli mirati al contrasto delle frodi agro-alimentari, hanno posto sotto sequestro amministrativo cinque quintali di castagne e meloni, destinati alla vendita da un commerciante ambulante. Questi vendeva castagne e meloni, all’interno di un furgone, sul quale era posizionato un cartello, che pubblicizzava la vendita promozionale, la qual cosa ha insospettito i militari: un chilogrammo di castagne veniva venduto a poco più di due euro.

Dai controlli sono emerse diverse irregolarità, sia di tipo amministrativo che di tipo sanitario: non è stato possibile risalire alla certificazione dei prodotti e alla provenienza delle merci, in violazione al Regolamento CE 178/02. Al responsabile dell’attività illecita, è stata comminata la sanzione amministrativa pari a 1.500 euro ed è stata disposta dall’autorità sanitaria la distruzione della merce. Sono stati sequestrati circa 2,5 quintali di castagne e 2,5 quintali di meloni.