Maltrattamenti a moglie e figlia neonata, 35enne patteggia la pena a un anno e 8 mesi di reclusione

Lanciano. Con le accuse di maltrattamenti in famiglia e lesioni aggravate alla figlia di appena un mese, il gup Marina Valente ha condannato un 35enne di Lanciano che ha patteggiato la pena a un anno e 8 mesi di reclusione. Nel febbraio 2015 il gip di Lanciano emise un provvedimento cautelare di divieto di avvicinamento ai famigliari.

I maltrattamenti contestati dalla Procura sarebbero stati commessi da marzo 2014 al gennaio 2015, quando l’uomo procurò alla piccola una frattura scomposta, con prognosi
superiore a 40 giorni e possibili postumi invalidanti.