AbruzzoLive

La costringono a prostituirsi con violenze sessuali, rapine e lesioni condannati un uomo e una donna

Chieti. Il Tribunale di Chieti ha condannato a otto anni e 6 mesi di reclusione un 29enne romeno per violenza sessuale, lesioni personali e rapina ai danni di una connazionale, che avrebbe anche tentato di costringere poi a prostituirsi. Tentativo compiuto insieme a una 24enne, anche lei romena, per questo condannata a quattro anni di reclusione. Secondo l’accusa, i due avrebbero tentato di costringere la ragazza con minacce. La giovane, dopo aver subito la violenza ed essere stata rapinata dall’uomo, allertò i carabinieri di Francavilla al Mare. I fatti risalgono al dicembre 2016.