Demanio militare dell’Aquila, siglata intesa su valorizzazione e dismissione

L’Aquila. Ministero della Difesa, Regione Abruzzo, Comune dell’Aquila e Agenzia del demanio hanno sottoscritto questa mattina il protocollo d’intesa per l’avvio di iniziative di razionalizzazione, valorizzazione e dismissione del patrimonio immobiliare pubblico nell’ambito del quadro strategico di ricostruzione e riassetto del capoluogo abruzzese. L’importante documento e’ stato siglato dal Sottosegretario alla Difesa, Gioacchino Alfano, dal vice presidente della Regione Abruzzo, Giovanni Lolli, dal sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, e dal Direttore dell’Agenzia del Demanio, Roberto Reggi. L’intesa prevede un piano di riordino, accorpamento e delocalizzazione delle funzioni militari presenti in citta’ anche attraverso il rilascio di alcune infrastrutture ad oggi in uso e contribuira’ a ridisegnare alcune funzioni strategiche del tessuto urbano cittadino. Tale operazioni determineranno, contestualmente, una razionalizzazione degli spazi oggi in uso alle Amministrazioni dello Stato e la conseguente riduzione della spesa pubblica. L’intesa istituzionale, inoltre, garantira’ la messa a sistema di patrimoni pubblici centrali e locali e le relative eventuali risorse finanziarie per il progressivo reinserimento degli uffici in centro storico, nonche’ per la nascita di nuove infrastrutture a servizio della popolazione. Dopo questa firma saranno sottoscritti successivamente degli accordi operativi che consentiranno la dismissione di beni immobili da parte delle Amministrazioni e la valorizzazione degli stessi che, nell’ambito di un piu’ ampio disegno di rigenerazione urbana, saranno determinanti per il funzionamento di una citta’ smart e accogliente.