Botte alla compagna incinta davanti ai figli piccoli, giovane romeno allontanato da casa

Monticchio. Nella giornata di ieri, personale della Squadra Volante è intervenuto, a seguito di una segnalazione giunta alla Sala Operativa, in località Monticchio, dove era in corso una lite animata tra conviventi. La pattuglia raggiungeva immediatamente l’abitazione della  richiedente, una ragazza aquilana, 27enne, in stato interessante che, in preda ad un forte agitazione, riferiva dell’ennesima lite, degenerata in percosse, con il  proprio convivente, un 27enne di origini rumene. La giovane donna precisava che  a scatenare l’atteggiamento violento  dell’uomo era bastato un rimprovero, il quale,  perso ogni freno inibitorio, l’aveva aggredita davanti alle due figlie minori, rispettivamente di anni 4 e 9. Il giovane, una vecchia conoscenza di questo Ufficio, che annovera numerosi pregiudizi di Polizia a suo carico, tra cui il medesimo reato di maltrattamenti in famiglia,  è stato tratto in arresto e dopo l’odierna udienza di convalida, su disposizione del Sostituto Procuratore di turno, Dott.ssa Roberta D’Avolio, è stato accompagnato presso un domicilio indicato dallo stesso, ma diverso da quello familiare, in regime degli arresti domiciliari.