AbruzzoLive

Gli italiani sono sempre più connessi

Fino ad alcuni anni fa le connessioni internet nel nostro Paese erano in condizioni pessime. La velocità media disponibile per l’utente italiano era molto inferiore a quella minima negli altri Paesi Europei e tantissimi nostri connazionali non potevano, o non volevano, connettersi alla rete. Nel corso degli ultimi tre anni le cose sono cambiate in modo radicale, sia per quanto riguarda la qualità delle connessioni, ossia la loro velocità media, sia per quanto riguarda il numero di italiani che si connette quotidianamente.

Smartphone, fibra ottica, i cambiamenti in atto
Il cambiamento per quanto riguarda internet in Italia è in atto su più fronti. Da un lato infatti sia il Governo, sia le aziende che gestiscono le telecomunicazioni nel nostro Paese hanno fatto sforzi enormi per colmare il digital divide, ossia l’elevato numero di cittadini italiani che non poteva essere raggiunto in alcun modo da internet a banda larga. Dall’altro lato, oltre alle connessioni a fibra ottica o le cosiddette ultra broadband, oggi sono tantissimi coloro che si connettono tramite smartphone, con la rete 3G o 4G. Il risultato è abbastanza chiaro: che si voglia giocare a blackjack o acquistare un biglietto aereo, oggi lo si può fare comodamente grazie a internet, praticamente in qualsiasi zona della penisola e con velocità media elevata. Rispetto alla realtà di qualche anno fa le cose sono cambiate in modo incredibile: il 10% in più di linee di rete fissa a banda larga rispetto all’anno scorso; una famiglia su due che fa acquisti online; il 20% in più di italiani che si connette regolarmente alla rete. E i trend sono tutti in positivo, con il settore digitale che propone, ogni anno, più di 20.000 nuovi posti di lavoro e il 9% di crescita del suo valore globale.

Cosa piace agli italiani in rete
Ma cosa fanno gli italiani che si connettono? Sono varie le ricerche effettuate un questo senso e tutte mostrano un aumento regolare di tutte le attività che si possono svolgere online. In media però la maggior parte degli italiani utilizzano internet soprattutto per mettersi in contatto con parenti e amici, tramite le App per lo smartphone di messaggistica istantanea, o navigando sulle pagine dei social media. Sommando due tra le realtà più consolidate in Italia, Whatsapp e Facebook, ogni italiano spende circa 27 ore al giorno in rete inviando messaggi o preparando post che riguardano la sua vita privata o fatti di cronaca. Più di 30 milioni di utenti singoli si connettono a internet quotidianamente, andando a modificare un dato che fino a pochi anni fa ci vedeva come fanalini di coda in Europa. Certo, le ricerche mostrano come tanto sia ancora da fare; se ad esempio si considera la velocità media delle connessioni in alcuni Paesi dell’Unione Europea, molte sono del 50% più rapide rispetto alla media italiana. Allo stesso modo ci sono varie zone europee in cui la rete viene sfruttata in modo molto più ampio e diffuso, non solo per diretto, ma anche per studiare e lavorare. I dati però ci fanno ben sperare sul futuro.