Cinquanta nuovi detenuti al carcere di Lanciano, ma nessun agente in più

Lanciano. L’onorevole Giuseppe Bellachioma, coordinatore regionale Lega Salvini, in un comunicato stampa esprime solidarietà al personale di Polizia penitenziaria della casa circondariale di Lanciano “Siamo vicini  alle rivendicazioni degli agenti, che da tempo manifestano il loro disagio per la carenza di organico all’interno della struttura detentiva frentana.

Carenza che rende difficile mantenere i necessari equilibri all’interno del carcere, nonostante l’impegno e l’abnegazione quotidiana di chi lì dentro lavora”. Da domani nella casa circondariale di Lanciano sarà attivo un nuovo reparto con capienza di cinquanta posti e, per questo, tutte le sigle sindacali, in rappresentanza dei lavoratori, avevano chiesto un importante adeguamento dell’organico, che non è stato concesso. Per domani mattina, davanti al carcere, era stato organizzato un sit in di protesta di due ore, dalle 10,30 alle 12,30, in concomitanza con l’inaugurazione della sezione ma, oggi, l’amministrazione penitenziaria non ha autorizzato la manifestazione. Stessa decisione da parte della prefettura, alla richiesta di effettuare il sit in poco più in là, sulla strada provinciale. Un atteggiamento inspiegabile per chi, ogni giorno, lavora rischiando in prima persona per lo stato e per contribuire a garantire la sicurezza dei cittadini.