La stagione balneare abruzzese si apre con ben 5 divieti, tre sono per motivi igienico sanitari

Pescara. La stagione balneare 2018 si apre con il 99 per cento di costa balneabile su 126 chilometri e solo l’uno per cento interessata da divieti di balneazione permanente. Sono i dati forniti dall’Arta (Agenzia regionale di tutela dell’ambiente), stamani, nel corso di una conferenza stampa, relativi alle prime analisi sulla qualita’ del mare effettuate nei giorni scorsi. In particolare, i punti temporaneamente chiusi, all’inizio della stagione balneare, sono cinque, di cui tre per motivi igienico sanitari e due di nuova individuazione, derivanti da acque di qualità scarsa.

A Pescara i divieti riguardano la zona anistante via Galilei e via Balilla. E’ vietato poi fare il bagno a Giulianova, a 360 metri a nord della foce del fiume Tordino; a Francavilla, a 140 metri a sud del fosso San Lorenzo; a Ortona, a 50 metri a nord del fosso Cintioni. Nel 2017 i punti temporaneamente chiusi, all’inizio della stagione balneare, erano invece undici. Il monitoraggio delle acque di balneazione proseguira’ anche nei prossimi giorni, secondo il calendario dei controlli stabilito dalla Regione per la stagione balneare 2018.