Basket, l’Amicacci sfiora l’impresa contro la Briante84 Cantù nella finale scudetto

Giulianova. La DECO Group Amicacci esce sconfitta a testa alta dalla gara 1 di Finale Scudetto contro la Briantea84 Cantù, che prevale soltanto negli ultimi minuti. Una partita avvincente che ha visto la squadra guidata da coach Andrea Accorsi sfiorare l’impresa contro i campioni uscenti, conducendo per ampi tratti grazie ad una grande prova difensiva. Come di consueto grande atmosfera al Palasport di Seveso, sempre molto caloroso. Nelle prime fasi di gioco, molto equilibrate, l’Amicacci si affida al proprio leader offensivo Simone De Maggi, a rispondere ai canestri dalla distanza degli argentini Berdun ed Esteche (7-8). Nel finale di primo quarto Cantù trova punti sottocanestro da capitan Sagar e Geninazzi, con gli ospiti che tengono testa con due tiri dall’angolo di Andrzej Macek (17-14).

L’avvio di secondo periodo sorride a Giulianova che realizza il sorpasso grazie ai tiri dalla media di De Maggi e Kim, ma arriva la pronta risposta dei padroni di casa (21-18). L’intensità è alta e il match continua a regalare un’alternanza di vantaggi. L’Amicacci rimette la testa avanti andando a segno prima con Macek e Miceli, controsorpasso canturino con Berdun e Sagar, ancora Galliano Marchionni utilizzato da sesto uomo con una grande azione sui due lati del campo. Nel finale è il solito Adolfo Berdun che piazza due pesanti tiri che permettono alla Briantea di andare all’intervallo davanti (29-26). Non si ferma l’argentino in apertura di secondo tempo con una tripla che sembra avviare la fuga (34-26) ma arriva la grande reazione dell’Amicacci, guidata dai canestri di De Maggi, che ribalta l’inerzia dell’incontro portandosi persino in vantaggio (36-38). I padroni di casa però non si disuniscono e restano in partita ma la squadra abruzzese continua a condurre grazie ad azioni spettacolo concluse da Marchionni, Kim e De Maggi, quest’ultima sulla sirena del terzo quarto (44-46).

L’ultimo periodo inizia subito con la tripla del sorpasso di Esteche, ma Giulianova tiene testa sfruttando i rimbalzi in attacco. Viene fuori però la forza di Cantù che pareggia con capitan Ian Sagar e sorpassa con un altra tripla di Esteche, a cui risponde subito De Maggi sempre da dietro l’arco (52-52). I brianzoli si sono sbloccati e trovano vita facile soprattutto nel pitturato andando a segno con Sagar e Papi (56-52). Si entra nella fase decisiva: l’Amicacci non molla con Marchionni ma commette qualche errore di troppo e viene punita da un’implacabile Carlos Esteche (62-54). Gli ultimi due minuti non bastano a riaprire il match e Cantù può festeggiare l’1-0 nella serie. Domenica prossima ad Alba Adriatica (ore 17) i campioni uscenti potrebbero chiudere la pratica tricolore ma l’Amicacci davanti ai propri tifosi (si spera supportati sugli spalti da tanti sportivi abruzzesi) farà di tutto per continuare il suo sogno scudetto.

 

Tabellino

UnipolSai Briantea84 Cantù – DECO Group Amicacci Giulianova 63 – 58

Briantea84 Cantù: Papi 4, Geninazzi 8, Schiera ne, Raourahi, Esteche 15, Santorelli 6, Sagar 12, Berdun 18, Morato ne, Carossino. All: Bergna – Tomba.

Amicacci Giulianova: Macek 6, Awad, Brown 2, Marchionni 7, Makambo ne, Minella ne, Di Francesco ne, Miceli 6, Ravicini ne, Labedzki ne, De Maggi 29, Guirassy, Kim 8. All: Accorsi – Gemi.