Una rete elettrica nei parchi naturali dell’Abruzzo, presto tavolo tecnico. A settembre accordo tra Regione e enti

Pescara. Condividere un accordo per realizzare una rete di ricarica elettrica nei parchi naturali dell’Abruzzo, tramite protocollo da stipulare tra la Regione e i quattro Enti conciliando il principio di salvaguardia di ambiente naturale e bio-diversità, garantito proprio dalla rete di parchi e riserve naturali, con le esigenze di sviluppo socio-economico, attraverso progetti ecosostenibili e fornitura di servizi utili a cittadini e imprese. Con questo obiettivo si è tenuta una riunione nella sede dell’Assessorato al Turismo della Regione. È in agenda la convocazione di un tavolo tecnico per approfondire i dettagli e garantire l’operatività del Protocollo la cui firma è prevista per il prossimo settembre. All’incontro hanno partecipato gli assessori al Turismo Giorgio D’Ignazio e ai Parchi e riserve Lorenzo Berardinetti, il direttore del Dipartimento Turismo, Cultura e Paesaggio della Regione Francesco Di Filippo e il dirigente Bruno Celupica, insieme ai referenti per i quattro Parchi. Presenti il commissario del Parco regionale Sirente Velino, Igino Chiuchiarelli, Giovanni Del Principe del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise (Pnalm), Gabriele Santucci del Parco Nazionale della Majella, il presidente e il direttore del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, Tommaso Navarra e Alfonso Calzolaio.

 

L’installazione di infrastrutture di ricarica dei veicoli elettrici gestite con tecnologie informatiche per il controllo della gestione remota, si legge in una nota, saranno in grado di rispondere alle attuali e future esigenze di una mobilità evoluta e sostenibile. Considerando che la diffusione della mobilità elettrica rappresenta un fattore decisivo per lo sviluppo sostenibile del settore turistico dei Parchi abruzzesi e che l’espansione della mobilità elettrica produrrà benefici significativi per il sistema Paese nel suo complesso, questo protocollo rappresenta un accordo importante che ha ottenuto un’ampia condivisione e che contribuirà al rafforzamento e alla qualificazione dei servizi turistici a livello regionale sotto il profilo quali-quantitativo, producendo ricadute positive sul sistema economico abruzzese nel suo complesso.