Politiche comunitarie, circa 1 mln di euro assegnato dall’Europa. Sindaco: risorse per la città

Pescara. Politiche comunitarie, il Comune di Pescara di nuovo vincitore di bandi che assegnano risorse da impiegare sull’ambiente, la Città risulta assegnataria di fondi sul Programma Italia Croazia per 4 progetti sugli 8 presentati l’anno scorso per un totale complessivo di 984.597 euro.

“Pescara si conferma città fra le più attive sul fronte dei finanziamenti europei – così il sindaco Marco Alessandrini– Sin dal nostro insediamento abbiamo puntato sull’Europa sia per recuperare un percorso che fino ad allora era stato accidentato per la città, riconsegnandole anche un posto al sole europeo, fatto di partecipazione e progettualità, sia per collettare risorse preziosissime per un Comune che sta affrontando con determinazione e coraggio un percorso di riequilibrio dei suoi conti. Questa la linea è stata recepita in pieno dal settore di competenza, che ringrazio per il prezioso lavoro, come ringrazio per la sua guida la dirigente dedicata Barbara Becchi, che ci ha aiutato a costruire obiettivi e rete. I progetti sono quattro, AdSWIM, su tematiche di tutela delle acque del mare che ci assegna 131.902,50 euro; JOINT SECAP che per un importo di 276.487,50 ci permette di affrontare il tema generale dell’adattamento ai cambiamenti climatici; poi E-CITIJENS, 280.000 di fondi da impiegare nella protezione civile e SUTRA che ci consente di investire 267.000 euro sulla mobilità sostenibile e turismo, un binomio su cui stiamo impostando la rinascita della città. Le progettualità, evase le formalità, diventeranno subito operative, coniugandosi alle azioni esistenti e in corso sugli specifici settori di provenienza dei fondi. In questi giorni abbiamo avuto notizia anche dell’ammissione al finanziamento del progetto ENVSTORIES su programma ERASMUS + checi vede unico Comune italiano partecipante e che riunirà “giovani changemakers” di cinque paesi per scambiare idee per soluzioni ai problemi ambientali locali, nazionali e internazionali con un importo dedicato di 29.207 sui 276.347 euro di fondi assegnati”.

“Mai il Comune di Pescara era riuscito ad ottenere tante risorse dall’Europa come in questi quattro anni e in particolare nell’ultimo anno – così l’assessore alle Politiche Comunitarie Gianni Teodoro–  Fondi preziosi che ci consentono di affrontare le più sensibili criticità che Pescara ha da sempre e su cui nessuno prima di questa Amministrazione si era applicato con tanto impegno e costanza. I quattro progetti a cui si aggiunge l’Emvstories sono per lo più dedicati ad ambiente, sostenibilità e protezione civile. Il progetto AdSWiM è dedicato al mare Adriatico, ci dà gli strumenti per effettuare una ricognizione sullo stato di salute delle nostre acque, utilizzando anche l’esperienza dei soggetti partner e che legheremo a tutta l’attività che il Comune sta facendo per renderle sempre più balneabili. Il progetto SUTRA promuove la multimodalità fra le coste adriatiche e l’entroterra, al fine di ridurre il traffico automobilistico (e quindi le emissioni di carbonio) e quindi migliorare la sostenibilità ambientale delle zone marittime e costiere. Per realizzare questo cambiamento svilupperemo nuovi servizi di trasporto per i passeggeri nell’area del Programma, sia attraverso il mare Adriatico che verso l’entroterra. Questa azione si lega perfettamente alla Strategia per lo sviluppo Urbano Sostenibile finanziata con l’Asse VII del POR FESR, al gemellaggio con la Città di Spalato (che è anche partner di SUTRA) con cui abbiamo sottoscritto il memorandum di intesa lo scorso 24 ottobre anche sugli scambi nel settore trasportistico e con il bando per i trasporti navali tra la Croazia e l’Abruzzo pubblicizzato dal Presidente della Regione Abruzzo. Con il Joint Secap perseguiremo l’obiettivo di potenziare competenze e capacità di intervento delle Amministrazioni locali in materia di adattamento ai cambiamenti climatici, integrando la pianificazione climatica con quella energetica e adottando un approccio sovra-locale. Una sintesi perfetta con il Patto dei Sindaci all’interno del quale Pescara ha sviluppato il PAES o SEAP ovvero il Piano di Azione per l’energia sostenibile e lo indirizza verso l’elaborazione congiunta con altri Comuni limitrofi, al PAESC o SECAP ovvero al nuovo Piano d’Azione per l’Energia sostenibile e il clima. Il progetto E-Citijens nasce per affrontare le vulnerabilità delle Regioni Adriatiche italiane e croate in termini di rischi naturali quali terremoti, incendi boschivi, frane, inondazioni e condizioni meteorologiche estreme, che richiedono una maggiore cooperazione tra i due paesi per la previsione, prevenzione e intervento nella gestione del rischio disastro. Questo progetto permette al Comune di Pescara di sperimentare un sistema di allerta/emergenza utile per le esondazioni, per altre calamità naturali come anche per l’inquinamento del mare, a tutela della comunità. Infine ENVSTORIES per Erasmus + promuove attività istruttive per una migliore comunicazione degli esseri umani con il loro ambiente. Fondendo didattica ed esperienza, ENVSTORIES riunirà “giovani changemakers” di cinque paesi per scambiare idee per soluzioni ai problemi ambientali locali, nazionali e internazionali, attraverso anche ad un innovativo utilizzo della tecnologia sia nella formazione che nello scambio e la didattica”.