The news is by your side.

A Cesaproba di Montereale torna il carnevale. Carri e balli per spezzare la routine quotidiana

A Cesaproba di Montereale, una comunità unita, coesa e laboriosa, esplode il carnevale in un tripudio di colori e suoni, che avrà il suo apice con la grande sfilata dei carri allegorici e dei gruppi mascherati, il prossimo 3 marzo a partire dalle ore 14.30.

La manifestazione carnascialesca, la più grande dell’Abruzzo aquilano, è organizzata dall’associazione culturale “Carnevale storico Cesaprobano” con il patrocinio della regione Abruzzo, della provincia dell’Aquila e del comune di Montereale; la collaborazione dell’associazione culturale “Cesaproba 96”, le pro loco di Borbona, Campotosto, Ville di Fano, il centro giovanile Borbona, l’ASD Cesaproba 1995 e, per la prima volta, la confraternita di S. Agnese dell’Aquila. Il corteo muoverà lungo la via principale del paese con musica, coriandoli e la straordinaria partecipazione della banda musicale “Città di Borbona”. L’arrivo è previsto per le ore 18.00 nel piazzale Lucia Fluttuante, prima insegnante di Cesaproba. A seguire spettacoli di arte varia e allegre sorprese, alle 19.30 morte di Re Carnevale. La festa continuerà presso la sede dell’associazione culturale “Cesaproba 96” con dolci di carnevale e gradite sorprese per tutti i presenti. Sfileranno grandi carri allegorici improntati alla satira politica, all’attualità, al mondo dei cartoni animati. Lo scorso anno nonostante le inclementi condizioni metereologiche, sperando che quest’anno il tempo sia migliore, fu un grande successo confortato da un pubblico strepitoso, giunto da tutto il territorio della provincia. L’evento del carnevale rappresenta un momento di festa e di forte aggregazione e si basa su riti e usanze molto lontane. L’iniziativa nasce dall’esigenza di promuovere il territorio dell’Alta Valle dell’Aterno e dal tentativo di mantenere viva la visibilità e l’attenzione sull’economia locale, purtroppo ferma durante il periodo invernale. Il paese in questa festosa occasione si riunisce e attraverso il gioco, lo scherzo, il canto e il ballo rompe quelle che sono le normali costumanze del vivere quotidiano. Un’occasione da non perdere per tornare a rivivere, con i colori più belli, un paese dell’Alto Aterno dopo le tante iniziative autunnali e invernali. Una per tutte l’accensione dell’albero di Natale più grande d’Abruzzo. Il piccolo centro del comune di Montereale, domenica pomeriggio, torna a riempirsi con le risate, i sorrisi e gli sfottò dei giovani e meno giovani che, grazie ad eventi di questo genere, per un giorno dismettono i propri ruoli sociali e si tuffano in un sano clima scherzoso e di divertimento. A questo fine giova ricordare un vecchio detto popolare secondo cui “A carnevale ogni scherzo vale”. Gli organizzatori, nell’intento di dar vita e lustro a questi nostri territori montani, si sforzano al limite delle proprie possibilità mettendo anima e cuore nella fase organizzativa e di realizzazione vera e propria dei carri. A titolo di cronaca ci sono volute ore e ore d’impegno e di lavoro, iniziato molto tempo prima per essere puntuali all’appuntamento del 3 marzo. “Confidiamo” dicono gli organizzatori “in una massiccia partecipazione e ringraziamo fin d’ora quanti, a vario titolo, hanno collaborato alla buona riuscita dell’evento.”