The news is by your side.
Consorzio Vini D’Abruzzo 3

A Chieti torna a transitare la linea 1 del trasporto pubblico, Di Primio: obiettivo ridurre i disagi ai pendolari

Chieti. Il sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, a seguito dei lavori di somma urgenza predisposti per ripristinare la sicurezza stradale di via Asinio Herio, compromessa da uno smottamento viario la notte del 26 febbraio e riaperta al traffico dei mezzi leggeri 48 ore dopo, viste le numerose verifiche tecniche effettuate nel corso del mese di marzo da parte dall’Ufficio Tecnico del Comune e considerato che ACA Spa ha effettuato i dovuti sopralluoghi ed accertamenti e ha escluso nel sottosuolo la presenza di perdite di acqua provenienti da condotte idriche della rete pubblica e da condotte fognarie, dichiarando che il cedimento stradale non è stato causato da eventuali infiltrazioni, sentita la Comandante della Polizia Municipale, Donatella Di Giovanni, e il dirigente dell’Ufficio Lavori Pubblici del Comune, Paolo Intorbida, comunica che dalla giornata di oggi 4 aprile 2019, a partire dalle ore 14.00, via A. Herio verrà aperta al transito della Linea 1 del Trasporto Pubblico Locale nel solo senso di marcia Chieti Scalo/Chieti alta – corsa di collegamento Ospedale Clinicizzato/piazzale Sant’Anna – escludendo le linee degli altri autobus e i mezzi pesanti.

“Alla luce di tutti gli accertamenti effettuati”, commenta l’assessore ai Lavori Pubblici Raffaele Di Felice, “ovvero ispezioni da parte dei tecnici del Comune e degli speleologi d’Abruzzo nei cunicoli sotterranei di via Spaventa, via Herio e Largo Cavallerizza, di quanto dichiarato da Aca circa l’assenza di perdite idriche e del tempo trascorso dopo il riempimento della voragine e dall’assestamento viario, al fine di non creare ulteriori disservizi alla cittadinanza e disagi ai pendolari, abbiamo deciso di riaprire via Herio al transito della linea 1, limitatamente ad un solo senso di marcia, dalle 14 di oggi”.

“Considerato, inoltre, che si rende indispensabile programmare ulteriori indagini per caratterizzare tutte le cavità ipogee presenti sotto il piano viario”; evidenzia l’assessore Di Felice, “ho chiesto al nuovo governo regionale, di concerto con il sindaco, i fondi residui del “Progetto Chieti” portato avanti dal compianto onorevole/presidente Giovanni Pace; risorse destinate ai lavori per mitigare il dissesto idrogeologico della collina teatina ancora a disposizione della Regione e vincolati alla finalità del programma”.

“Al fine di scongiurare altre problematiche”, conclude l’assessore, “abbiamo infatti richiesto una anticipazione immediata di somme pari a 100.000,00 euro, di un totale che ammonta a circa un milione, al fine di procedere con sollecitudine ed attuare il programma dei lavori nelle cavità sotterranee dell’area e sui versanti franosi della collina”.