The news is by your side.
Consorzio Vini d’ABruzzo 2

A fuoco nella notte magazzino con imballaggi e tetto in eternit, è allarme inquinamento

Teramo.­ Un incendio di vaste proporzioni ha interessato la fabbrica Richetti, ex Foodinvest, nel nucleo industriale di Sant’Atto a Teramo. All’interno dello stabilimento c’erano circa 60 operai a fine turno di lavoro, usciti immediatamente e quindi incolumi. Sul posto hanno operato tutta la notte quattro squadre di Vigili del Fuoco di Teramo, Pescara e del distaccamento di Nereto (Teramo) con tre autopompe, cinque autobotti, un’autoscala e un furgone per rifornire bombole di aria per gli autorespiratori. Ancora in corso le operazioni per spegnere i focolai residui. L’incendio, divampato in un magazzino per gli imballaggi, si è diffuso su un’area di 6 mila metri quadri; crollato il tetto del magazzino e bruciate lastre di eternit poste a copertura del capannone.

Dalla zona si è alzata un’alta e densa colonna di fumo. L’Arta sta effettuando controlli sulla qualità dell’aria. I sindaci di Teramo e Bellante (Teramo) ieri sera avevano invitato i cittadini a tenere chiuse le finestre per precauzione. Il magazzino in cui ha avuto origine il rogo è riservato allo stoccaggio di imballaggi, cartone e pallet in legno; le fiamme si sono estese a una parte del reparto produttivo dove erano presenti oli vegetali. I Vigili del Fuoco hanno utilizzato anche cannoni antincendio con lance e sono così riusciti a evitare danni peggiori. Nei pressi si trova una cella frigorifera di 1500 metri quadrati riservata allo stoccaggio di merendine fresche, alcuni silos e serbatoi di gas all’esterno del capannone nonché tre linee di produzione.