The news is by your side.

A Palazzo Fibbioni dell’Aquila la presentazione del libro “La morte della Reppublica”, edito da Altaforte Edizioni

L’Aquila. Si svolgerà mercoledì alle 16:30 nella sede comunale di Palazzo Fibbioni, alla presenza dell’autore e del vicepresidente di CasaPound Italia Andrea Antonini, la presentazione del volume “La morte della Repubblica”, scritto dall’avvocato Marco Mori e pubblicato da Altaforte Edizioni. Ad annunciarlo è il responsabile abruzzese di CasaPound Simone Laurenzi, che nei giorni scorsi aveva già anticipato la notizia sulla propria pagina Facebook.

“La presentazione – afferma l’esponente della tartaruga frecciata – costituisce al tempo stesso un evento della nostra campagna elettorale per le Europee, dal momento che Marco Mori ci spiegherà come e perché le cessioni di sovranità avvenute a favore dell’Unione Europea costituiscono un vero e proprio atto eversivo e anticostituzionale, ma anche una netta risposta alla censura recentemente abbattutasi su Altaforte al Salone del Libro di Torino, e dunque a ogni tentativo di ostacolare il percorso politico e culturale di CasaPound Italia”.

“È paradossale – prosegue Laurenzi – come l’antifascismo locale e nazionale, sedicente difensore della democrazia e della Costituzione, si scagli contro la libertà di manifestazione del pensiero, ma abbia in gran parte taciuto quando i principi sociali della Carta del 1948 e la nostra stessa sovranità nazionale venivano completamente sovvertiti dalle politiche neoliberiste imposte dall’Unione Europea. Il delirante comunicato dei giorni scorsi non merita neanche risposta, se non per ricordare che è la normativa elettorale ad imporre ai Comuni di mettere a disposizione i propri spazi in maniera equa a tutti i soggetti partecipanti alla competizione elettorale”.

“Sono dunque la Costituzione e le leggi, non l’amministrazione Biondi, a rendere possibile la presentazione del libro di Altaforte a Palazzo Fibbioni: gli antifascisti aquilani, ignoranti del diritto e non solo, se ne facciano una ragione e la smettano di mettere in scena questo stucchevole teatrino delle miserie umane che ormai, più che ridere, fa semplicemente pena. A tutti gli aquilani amanti del libero confronto delle idee – conclude il rappresentante di CasaPound – rinnoviamo l’invito a partecipare numerosi all’evento di mercoledì pomeriggio, per assestare un sonoro schiaffo morale alla cialtroneria di questi personaggi”.