The news is by your side.
Consorzio Vini D’Abruzzo 3

A Pescara riparte la campagna di disinfestazione e continua la derattizzazione, ecco modalità e date

Pescara. Al via il nuovo piano di disinfestazione per l’anno 2019 che partirà secondo i cicli riportati nel cronoprogramma ad opera di Attiva, già da domani nella zona di Porta Nuova e a seguire il 2 maggio a Castellammare e il 4 a Villa Fabio.

“Per quanto concerne il servizio di disinfestazione”, spiega Paola Marchegiani, assessore all’Igiene Urbana, “si tratta di un piano che quest’anno abbiamo potenziato, soprattutto per la disinfestazione anti larvale, proprio per impedire il proliferare degli insetti  abbiamo disposto che venga fatta ogni giorno e con una persona dedicata. Tre sono le modalità di intervento: disinfestazione antilarvale, disinfestazione adulticida, disinfestazione diurna antilarvale con pasticche idrosolubili”.

“Il servizio di disinfestazione antilarvale viene effettuato nel periodo compreso tra aprile e ottobre”, precisa, “il tutto in funzione dell’andamento climatico stagionale e degli esiti dei monitoraggi che verranno effettuati nelle tre circoscrizioni comunali sui livelli di infestazione di larve delle diverse specie di zanzare. Da quest’anno, per aumentare l’efficacia di questo trattamento, come dimostrato dalla bibliografia in materia e dalle osservazioni del veterinario nostro consulente, si potenzierà il servizio antilarvale nei confronti di quello adulticida. In particolare, per monitorare tali livelli di infestazione, in ogni circoscrizione saranno posizionate da 10 a 30 ovitrappole, a seconda delle caratteristiche territoriali. Tale trattamento interesserà le aree caratterizzate da condizioni ambientali favorevoli alla proliferazione delle larve di zanzare (es. zone ad elevato tasso di umidità, aree attigue al corso fluviale). Anche per le operazioni di disinfestazione antilarvale saranno impiegati operatori adeguatamente formati e istruiti. In aggiunta all’operatore che effettua come nelle annualità passate il servizio a settimane alterne, verrà impiegato infatti un operatore in più per effettuare il trattamento in tutti i giorni feriali di ciascun mese”. Il servizio verrà svolto dedicando due  giorni della settimana per ogni quartiere: il lunedì e martedì nella Circoscrizione Portanuova, il mercoledì e giovedì in quella di Castellammare e il venerdì e il sabato nella circoscrizione Pescara Colli.

“Le attività di disinfestazione contro le forme alate delle zanzare”, prosegue l’assessore, “prevedono un piano di interventi da effettuarsi nelle ore notturne, mediante idonei mezzi attrezzati con atomizzatore, sulle zone indicate del territorio comunale. Il calendario potrà essere soggetto a variazioni dovute all’andamento meteo climatico. In caso di pioggia, il trattamento adulticida verrà rimandato allo stesso giorno della settimana successiva. Trattamenti straordinari potranno essere effettuati nelle zone dove le corrispondenti ovi trappole risultassero particolarmente infestate. In tal caso e solo se l’intervento interessa zone abitate, ATTIVA S.p.a. comunicherà per iscritto, tramite fax, con anticipo di almeno 2 giorni, all’Ufficio competente del Comune di Pescara la data e ora dell’intervento straordinario, in modo che i residenti della zona interessata possano essere tempestivamente avvisati.Particolare attenzione verrà prestata in prossimità delle seguenti aree comunali: zone segnalate a rischio dalla conta delle ovitrappole; i parchi e le aree verdi; i distretti sanitari di base e ospedale; le scuole; i quartieri disagiati; comune, prefettura e provincia, tribunale; impianti sportivi; i cimiteri.

In particolare le attività di disinfestazione notturna seguiranno il calendario differenziato per mesi e circoscrizioni di seguito riportato: disinfestazione diurna antilarvale con pasticche idrosolubili, operatori adeguatamente formati giornalmente provvederanno al posizionamento di specifici formulati anti larvali sotto forma di pasticche idrosolubili in tutte quelle zone di ristagno delle acque (tombini, fontane, caditoie, ecc. ecc.).

“Per quanto riguarda il servizio di derattizzazione”, conclude la Marchegiani, “questo verrà svolto come di consueto da personale di Attiva adeguatamente formato e nel rispetto della vigente normativa di settore. Il programma prevede monitoraggi (e, ove necessario, idonei trattamenti) del territorio con ciclicità mensile: ogni 1° settimana del mese (a partire dal primo lunedì) vengono controllati le sedi comunali sotto indicate e nelle successive tre settimane il territorio comunale”.

Aree di azione. La Società opera nelle sedi comunali e in tutto il restante territorio, ciascuna delle attuali circoscrizioni, sulla base di segnalazioni provenienti dal personale di Attiva, dai cittadini e dall’Amministrazione comunale. Le aree critiche segnalate saranno oggetto di sopralluogo da parte del personale specializzato e, ove necessario, verranno dotate di idonei box derattizzanti, con relativi controlli e monitoraggi.

Le sedi comunali: il canile, il Mercato Coperto di via Orazio, il Parco Ex Caserma Di Cocco, il Mercato Ittico, la Golena Sud, il Teatro D’annunzio, l’Area Circostante il laghetto del Parco D’Avalos, il Mercato Coperto di piazza Muzii, il Parco di Villa Sabucchi, il Parco di Villa De Riseis.

Turro il restante territorio: Attiva segnalerà all’ Amministrazione Comunale eventuali situazioni rilevate sul territorio comunale non risolvibili che creano condizioni ambientali favorevoli alla presenza ed alla proliferazione murina, affinché gli enti competenti possano assumere gli adeguati provvedimenti utili alla soluzione del problema.

  •        Palme. Per la derattizzazione delle palme lungo la riviera, al fine di contenere le infestazioni di Rattus Rattus (ratto nero) che creano disagi alla popolazione nei periodi estivi (periodi in cui questa specie infestante non dispone di materia edule sulle piante) intensificando le presenze a terra, vengono garantiti maggiori controlli e posizionamenti dei box a terra delle piante.
  •        Scuole: La bonifica ambientale preventiva di derattizzazione negli edifici scolastici comunali (scuole materne, elementari e medie) verrà effettuata nei periodi di chiusura. Il programma degli interventi verrà stilato di comune accordo con l’assessorato di competenza e le direzioni didattiche dei plessi scolastici. Nel corso dell’anno, il piano di prevenzione sopra descritto potrà essere integrato con ulteriori interventi da concordare con Attiva.