The news is by your side.
Consorzio Vini D’Abruzzo 3

A24/A25, Quaresimale: basta code spropositate e aumenti continui delle tariffe

L’Aquila. Sulla situazione dell’autostrada d’Abruzzo interviene anche il consigliere regionale in quota Lega, Quaresimale. “Serve uno sforzo da parte del Governo e di tutti i parlamentari abruzzesi per riaprire immediatamente o comunque in tempi brevissimi i tratti autostradali abruzzesi alla piena e libera fruibilità degli automobilisti, fermo restando i necessari interventi per la sicurezza”.  

“Fino a questi adempimenti – afferma il capogruppo della Lega – bisogna assolutamente ridurre il costo dei pedaggi autostradali posto che i tempi medi di percorrenza sono addirittura superiori alle strade statali e che gli abruzzesi non possono sostenere contemporaneamente disservizi così gravi ed oneri tanto alti per gli stessi pedaggi.”“Gli abruzzesi non ne possono più dei continui aumenti dei pedaggi autostradali e tantomeno delle lunghe code che si stanno registrando in questi giorni sia sulla A14 che sulla A24/A25 – aggiunge il capogruppo della Lega Abruzzo, Pietro Quaresimale – Questa mattina in Consiglio regionale abbiamo approvato una risoluzione a firma di tutto il centro-destra che impegna il Presidente della Giunta regionale ad attivarsi presso il Ministero dei Trasporti e gli organi comunitari competenti affinchè l’approvazione del P.E.F. (Piano Economico Finanziario) avvenga in tempi rapidi, cogliendo l’obiettivo di calmierare il sistema tariffario che prevede tariffe insostenibili per l’utenza”.

“Inoltre- aggiunge Quaresimale- abbiamo chiesto a Marsilio di impegnare il Governo per l’adozione di un apposto provvedimento che preveda la copertura finanziaria per gli interventi previsti dal Piano di convalida e per affrontare definitivamente la questione relativa agli aumenti tariffari. I nostri cittadini meritano strade sicure ad un costo ragionevole, questa battaglia deve essere di tutte le forze politiche, come Lega Abruzzo faremo la nostra parte in Abruzzo e al Governo nazionale.”