The news is by your side.

Abruzzo in Europa, per i Comuni più vicini i fondi europei: Consiglio regionale, Anci e Aicree insieme

Pescara. Il presidente del Consiglio regionale d’Abruzzo Lorenzo Sospiri, nell’ambito delle iniziative e degli interventi programmati dal Consiglio per l’accrescimento della consapevolezza degli Enti locali nell’utilizzo dei fondi comunitari diretti, ha presentato a Pescara l’associazione “Abruzzo in Europa”. “Si tratta di una felice idea”, ha spiegato Lorenzo Sospiri, “nata con il precedente governo regionale, con la presidenza Di Pangrazio, mio predecessore, ed è formata da soggetti pubblici quali il Consiglio regionale, l’Anci e l’Aiccre, associazione italiana per il Consiglio dei Comuni e delle Regioni d’Europa, con l’obiettivo di mettere a disposizione un team di professionisti per coordinare, soprattutto i Comuni piccoli e medi, alla conquista di fondi europei, che ci sono e su cui a volte non rispondiamo per incapacità di essere puntuali e tempestivi o organizzati nella progettazione”.

“Vogliamo coinvolgere con questa iniziativa i nostri enti locali, Comuni, Province”, ha aggiunto il presidente dell’Aiccre, Di Pangrazio, “ma soprattutto anche le persone giuridiche, piccole e medie imprese e i professionisti del nostro Abruzzo, per metterli nelle condizioni di partecipare ai bandi dei fondi diretti. La presentazione odierna sarà seguita da altre otto presentazioni, nei capoluoghi e nelle città territorio, affinché gli amministratori possano avere le informazioni utili per partecipare ai bandi che la Comunità Europea mette a disposizione. In passato c’è stata poca partecipazione e quindi informare e aiutare nella fase pre-progettuale diventa fondamentale”.  “Prende corpo un’ottima idea partorita dal Consiglio regionale”, ha detto il presidente dell’Anci Abruzzo, Gianguido D’Alberto, “che mette le gambe a uno strumento di cui i Comuni hanno bisogno, soprattutto in una fase in cui sono in grande difficoltà nell’organizzazione della macchina amministrativa. Diventa spesso difficile intercettare le risorse che sono invece più che mai importanti e le uniche possibili per poter dare un futuro ai nostri territori. Questa associazione ora va strutturata creando i canali istituzionali tra comuni e associazione e soprattutto fra l’associazione e le istituzioni europee, con il Consiglio regionale che avrà un ruolo di regia”.

L’avvocato Fabio Petrucci, consulente Euro Progettazione, ha sottolineato che “la prima mossa da fare è informare le amministrazioni su tutte le opportunità che si verranno a presentare. Il nostro lavoro dovrà essere quello di fare da collante per formare partenariati credibili e sviluppare idee che provengono soprattutto dalle esigenze del territorio”, ha concluso, “quindi il compito degli amministratori deve essere di portare in evidenza queste esigenze, in collaborazione con il mondo universitario che è fondamentale per un progetto vincente che deve avere soprattutto il carattere della innovazione”.