The news is by your side.

Accoltellata per aver rifiutato le avances di un uomo, muore dopo un mese e mezzo di agonia Aliena Oleinic

Chieti. Non ce l’ha fatta Aliona Oleinic, la 33enne moldava accoltellata lo scorso 3 settembre dal 27enne albanese Roland Bushi per aver rifiutato le sue avances. La donna, ferita al fegato e al polmone con 11 coltellate, è stata dapprima ricoverata al SS. Annunziata di Chieti, poi è stata trasferita al policlinico Gemelli di Roma.

Roland Bushi, già in carcere, è ora accusato di omicidio. Bushi, difeso dall’avvocato Antonello D’Aloisio, nell’interrogatorio di convalida ha detto che la mattina in cui si è verificato il fatto voleva “un chiarimento sul loro rapporto, piuttosto altalenante”, e di aver agito “in preda ad un raptus di gelosia” ma “senza l’intento di uccidere la donna”, di aver desistito spontaneamente e di aver atteso l’arrivo dei carabinieri dopo aver gettato il coltello, che poi è stato recuperato.

Il fatto si è verificato a Francavilla al Mare nel cortile della casa della vittima, al cui interno Bushi era entrato dopo aver scavalcato la recinzione. L’uomo, che lavora come muratore a giornata e non ha fissa dimora, si è detto innamorato della moldava, che aveva conosciuto su Facebook e con la quale avrebbe voluto instaurare una relazione, e pentito del suo gesto.