The news is by your side.

Accusano un malore a bordo della Transiberiana d’Italia dopo aver ingerito del cibo, otto turisti finiscono in ospedale

Gli otto viaggiatori sono stati trasferiti al pronto soccorso di Castel di Sangro per sospetta intossicazione

L’Aquila. Accusano un malore a bordo della Transiberiana d’Italia e finiscono in ospedale. Nella giornata di ieri, un gruppo di turisti ha infatti preso parte alla tradizionale gita sul treno storico della Transiberiana, che collega la città di Sulmona al Molise.

Il gruppo di turisti però, proveniente da Vacri, nel chietino, ha accusato un malore per aver ingerito del cibo, probabilmente per dei panini portati da casa, secondo quanto riportato da alcuni quotidiani locali molisani.

Gli otto si sono sentiti male nel pomeriggio a bordo del treno, accusando forti dolori come nausea, vomito, dolori addominali e febbre improvvisa. Tra le persone anche un bambino di 11 anni, accompagnato da entrambi i genitori.

Immediati gli interventi, il gruppo turistico è stato infatti trasportato al vicino pronto soccorso di Castel di Sangro per tutti gli accertamenti del caso. Tra loro solo uno è stato dimesso, gli altri restano in osservazione dei medici del presidio ospedaliero.

Ora sono in corso i rilievi per fare luce su quale alimento abbia provocato la sospetta intossicazione. Secondo quanto riportato da “Il messaggero”, infatti, il prodotto incriminato sarebbe un formaggio acquistato a bordo del treno. L’Associazione organizzatrice della manifestazione, però, ha subito replicato sottolineando che “come prima cosa, “rinnoviamo i nostri auguri di prontissima guarigione ai viaggiatori che ieri durante il viaggio di ritorno del secondo treno di giornata, da Carovilli a Sulmona, hanno accusato un malore in viaggio, dovendo essere ricoverate al pronto soccorso di Castel di Sangro e con i quali abbiamo condiviso questa spiacevole disavventura mettendoci a loro completa disposizione”.

In merito all’articolo l’associazione “Le Rotaie” fa sapere che “sul giornale si parla di intossicazione alimentare dovuta a prodotti (nello specifico formaggi) acquistati in una delle tappe del treno storico. La notizia è completamente errata, in quanto i viaggiatori, che sono stati subito assistiti dal personale di bordo, hanno accusato un malore a causa di prodotti portati da casa, per loro stessa informazione data sul treno prima di scendere per essere soccorsi all’ospedale di Castel di Sangro”.