The news is by your side.
Consorzio Vini d’ABruzzo 2

Acerbo (Prc) attacca la Regione Abruzzo: con la scusa del Covid19 l’ennesima porcata urbanistica

Pescara. Il segretario nazionale di Rifondazione Comunista, Maurizio Acerbo, riaccende le polemiche sulle nuove modifiche alle normative urbanistiche presentate come “semplificazioni. Con la scusa del covid19”, sottolinea Acerbo, “la Regione Abruzzo propone una lunga serie di modifiche alle normative urbanistiche. Si tratta dell’ennesima porcata in una regione che ha già approvato negli scorsi anni ogni genere di deroga tanto che abbiamo assistito all’abbattimento di ville storiche o al condono di fatto di abusi edilizi come sulla riviera di Pescara”.
“Ora è all’esame del Consiglio un elenco lunghissimo di modifiche che paiono partorite da qualche avvocato dei costruttori”, spiega Acerbo, “tra le varie norme segnalo che una sembra fatta apposta per sbloccare il progetto di Pescara Porto consentendo il cambio di destinazione d’uso negato qualche anno fa dal Consiglio Comunale di Pescara. Una materia così complessa”, conclude, “non dovrebbe essere oggetto di iniziative legislative estemporanee”.