The news is by your side.

Adunta Alpini, Liris (FI): abbiamo lottato tanto e D’Alfonso abbandona le penne nere

L’Aquila. “Luciano D’Alfonso abbandona gli Alpini abruzzesi al proprio destino. Dopo aver constatato l’assenza assoluta di proposte da parte del nuovo governo regionale, chiedo che vengano subito stanziate nuove e corpose risorse nella vecchia legge regionale, la n.32 del 3 luglio 2013, voluta fortemente dal centrodestra nella scorsa legislatura per la promozione dell’Adunata Alpini”. E’ dura l’accusa rivolta a D’Alfonso e la sua Giunta dal vicepresidente regionale e capogruppo al Comune dell’Aquila di Forza Italia Guido Quintino Liris. “Dopo aver sofferto e lavorato tanto per un’opportunita’ cosi’ prestigiosa per L’Aquila e l’Abùruzzo, dopo aver sostenuto pubblicamente di non avere nulla da invidiare ad altre realta’ nazionali, dopo aver convinto l’ANA nazionale delle nostre capacita’ recettive ed organizzative, dopo il dispiacere per la vittoria di Pordenone per il 2014 – afferma Liris – abbiamo tutti insieme esultato per aver conquistato l’Adunata a L’Aquila nel 2015. Cio’ che D’Alfonso non capisce – commenta l’esponente politico – e’ che l’Adunata rappresenta un’opportunita’ per l’intera Regione; nelle Adunate nazionali e’ il Governo regionale a fare la ‘parte del leone’ quanto a stanziamento di risorse ed erogazione dei servizi. So con certezza che in un recente incontro del Comitato Organizzatore con D’Alfonso, questi non abbia dato certezze di risorse, ma abbia dedicato il tempo a rappresentare le difficolta’ di cassa dell’Ente. Servono subito risorse per attivare una segreteria organizzativa, per raccogliere adesioni e prenotazioni, per dare vita a punti informativi attrezzati e funzionali, per fronteggiare i costi vivi della macchina organizzativa. Questa volta non si puo’ contare sulle indubbie e proverbiali capacita’ di ‘arrangiarsi’ da parte degli Alpini. Passano i giorni, le settimane ed i mesi e si avvicina l’appuntamento con l’Adunata: e’ necessaria – conclude Liris – una immediata e concreta dimostrazione di interesse di D’Alfonso e del Governo regionale”.