The news is by your side.

Aeroporto d’Abruzzo, Regione approva due documenti in seduta straordinaria

Pescara. Il Consiglio regionale, convocato in seduta straordinaria, si e’ concluso con l’approvazione di due distinti documenti sulla situazione dell’Aeroporto d’Abruzzo. Pescara, aeroporto esternoIl documento del centro-destra chiede al presidente della Regione di intraprendere un’immediata azione nei confronti del Ministero dei Trasporti per chiedere la revoca della tassazione sui transiti aeroportuali, di avviare un urgente tavolo di confronto permanente con Ryanair finalizzato a scongiurare il manifestato proposito di abbandonare l’aeroporto abruzzese, di instaurare rapporti e relazioni a tutti i livelli al fine di verificare la possibilita’ di ridiscutere il limite degli Aiuti di Stato, di garantire il puntuale trasferimento delle somme stanziate con le leggi regionali in favore della Saga, come da Piano Industriale, fino al punto di equilibrio ed autonomia finanziaria della societa’. La maggioranza di governo, con il suo testo presentato in Aula, impegna il presidente della Giunta affinche’la Conferenza Stato-Regionifaccia proprio il recente indirizzo del Parlamento Europeo nella richiesta rivolta alla Commissione UE a promuovere una rivisitazione dell’attivita’ aeroportuale civile con l’obiettivo di consentire agli scali regionali di contribuire alla realizzazione della coesione sociale europea. Inoltre, il documento chiede che venga approvata una legge regionale finalizzata a consentire il finanziamento del deficit della Saga nel periodo 2016-2020 per 14 milioni di euro e che si prosegua con il tavolo di concertazione con gli operatori della filiera del turismo attraverso le DMC (Destination Management Company) – organismi previsti dalla legislazione regionale per la promozione del turismo – al fine di raggiungere un accordo di marketing territoriale e, infine, che vengano individuate misure di incentivazione alla partecipazione privata al progetto di marketing territoriale e di sviluppo turistico attraverso forme di compensazione fiscale per gli investimenti. Entrambi i documenti sono stati approvati a maggioranza. Contrario il movimento cinque stelle. “Noi non votiamo risoluzioni farsa”. Cosi’ Sara Marcozzi in riferimento all’odierno Consiglio regionale straordinario con all’ordne del giorno la discussione degli impegni della Regione Abruzzo per impedire l’annunciata soppressione della base Ryanair dall’aeroporto di Pescara. “L’ipocrisia del centro destra e del centro sinistra nel proporre finte soluzioni a problemi che loro stessi hanno contribuito a creare . Commenta la consigliera regionale del Movimento 5 Stelle – e’ imbarazzante. Ancora piu’ imbarazzante il fatto che la giunta abbia la necessita’ di presentare, chiedendo che venga votata, una risoluzione che impegna se stessa a fare qualcosa. Ma ‘il tempo e’ galantuomo’ e mostrera’, nostro malgrado, l’inconcludenza di questo governo regionale. Nel frattempo il M5S continua fare proposte concrete che vengono ignorate e mistificate dal partito unico.
Ribadiamo – continua Marcozzi – la necessita’ di trasparenza, taglio degli sprechi, una politica di marketing volta al Family/business e all’incremento dell’incoming turistico coscienti della possibilita’ di erogare da parte di Regione Abruzzo a Saga contributi al funzionamento dell’aeroporto, contributi e incentivi a nuove rotte. Senza dimenticare l’emergenza ambiente in cui ci troviamo grazie all’inerzia del governo, che certamente contribuira’ gravemente al calo del turismo della nostra regione”.