The news is by your side.

Aeroporto d’Abruzzo: Ryanair riduce destinazioni, la denuncia dei Consiglieri di Forza Italia

Pescara. “Nonostante i proclami, le strette di mano, le foto e i sorrisi di circostanza con il ministro Delrio sembra proprio che la Regione Facile e Veloce di D’Alfonso si sia impantanata irrimediabilmente sull’Aeroporto d’Abruzzo e sul rapporto con Ryanair”. E’ quanto dichiarano i consiglieri regionali di Forza Italia, Mauro Febbo e Lorenzo Sospiri che spiegano come “consultando il sito di Rynaiar e’ possibile scoprire che nel periodo invernale, ovvero da novembre 2016, e fino ai primi mesi del 2017 le uniche destinazioni raggiungibili dall’Aeroporto d’Abruzzo saranno Bergamo e Bruxelles e quindi non sara’ piu’ possibile volare verso Londra, Parigi, Barcellona, Dusseldorf, Francoforte. Questo vuol dire che verranno meno le peculiarita’ di base aeroportuale e di conseguenza si perderanno molti posti di lavoro. ryanair-aircraft-(12)Quindi – osservano Febbo e Sospiri – prosegue inarrestabile la strategia dalla compagnia di voli low-cost decisa a rivedere la sua presenza in Abruzzo a causa degli aumenti della tassazione aeroportuale, alla faccia delle promesse che in questi mesi ci sono state propinate dal governo regionale di centrosinistra. E ora cosa verranno a raccontarci? Ci dobbiamo attendere altri incontri risolutori sui tavoli romani mentre l’Aeroporto prosegue mestamente verso la chiusura? Ancora una volta dobbiamo purtroppo constatare che alle troppe chiacchiere non seguono i fatti – concludono i due consiglieri – mentre il tempo passa e la possibilita’ di trovare delle soluzioni concrete sembrano sempre piu’ ridotte al lumicino. Intanto abbiamo ottenuto la convocazione del Consiglio regionale straordinario sui trasporti, che si terra’ il 24 maggio, e in quella sede il presidente D’Alfonso dovra’ necessariamente darci delle risposte, e non solo su Rynaiar”.

“Gli ineffabili consiglieri regionali di Forza Italia, Mauro Febbo e Lorenzo Sospiri, provetti navigatori di internet, ormai si candidano al ruolo ufficiale di ‘gufi’ regionali. Stavolta si cimentano con la vicenda Ryanair”. Inizia cosi’ la replica di Andrea Catena, consigliere del presidente della Giunta regionale, a quanto dichiarato oggi dai due esponenti politici i quali hanno sostenuto che da novembre Ryanair ridurra’ le destinazioni dall’aeroporto d’Abruzzo. “E’ evidente – osserva Catena – che con l’azienda irlandese e’ in corso una delicata trattativa, sulla quale il presidente Luciano D’Alfonso si e’ attivato prontamente ottenendo importanti passi in avanti con l’incontro del 7 aprile tra il ministro Graziano Delrio, i presidenti di Regione di Abruzzo e Sardegna e la Ryanair, con impegni assunti da parte del ministro attraverso dichiarazioni pubbliche, per venire incontro alla richiesta della compagnia aerea sulle riduzione delle tasse, in particolare per cio’ che riguarda l’addizionale comunale sui diritti di imbarco, da attuarsi entro l’estate, e con l’impegno dichiarato sempre pubblicamente dal responsabile commerciale della compagnia Michael O’Leary di riconsiderare i tagli ai voli relativi agli aeroporti italiani. E’ evidente – prosegue il consigliere del presidente – che fino alla conclusione della trattativa, che avverra’ quando il ministero avra’ adempiuto all’impegno assunto di ridurre il carico fiscale, resta in campo la scelta di ridimensionamento della compagnia Ryanair della sua presenza in Italia. Quindi i due consiglieri internauti hanno scoperto l’acqua calda, scoprendo che sul sito della Ryanair c’era quello che gia’ tutti sapevano e che cambiera’ solo quando si sara’ conclusa la trattativa, sul cui esito siamo fiduciosi, a differenza dei gufi tristi. I profeti di sventura – conclude Catena – saranno smentiti dai fatti, come lo sono stati su Ombrina Mare, che e’ morta e defunta, e sul via libera all’accordo tra le autorita’ portuali di Ortona e Civitavecchia, che e’ gia’ realta’”.