The news is by your side.
Consorzio Vini d’ABruzzo 2

Aggressione per la canzone fascista Faccetta Nera a Vasto, domani in strada sit-in di protesta

Vasto. Manifestazione pacifica domani, venerdì 24 agosto alle 18, a Vasto nella centralissima Piazza Rossetti “per ribadire a gran voce che Vasto è antifascista e antirazzista” e per l’istituzione di un comitato permanente antifascista presso la sede di Vasto dell’Anpi (Associazione nazionale partigiani d’Italia). E’ quanto si prefigge un comitato spontaneo a cui hanno aderito oltre all’Anpi più di una decina di forze politiche, sindacali e della società civile “per rispondere ai fatti inquietanti che si sono verificati sabato e domenica scorsi a Vasto Marina” e per “testimoniare del popolo di Vasto, e non solo, contro il fascismo”. Cittadini che si ritroveranno insieme in piazza per esprimere solidarietà a Nicholas Tomeo, avvocato 31enne di Vasto, colpito al volto per aver chiesto al titolare di un locale a Vasto Marina di sospendere la diffusione della canzone fascista “Faccetta Nera” e verso l’aggressione subito da un venditore di rose. Una “memoria che si sfilaccia allentando la condanna che ne è derivata verso i fascismi”, pertanto “le forze democratiche hanno la responsabilità di sostenere questo tipo di lettura dei fatti e contrastare tutti i tentativi di ridurli a semplici ‘goliardate’ o a isolati fatti delinquenziali. Siamo di fronte a gesti di fascismo e di razzismo”. Il Comitato, che vede in prima linea Mimmo Cavacini, presidente dell’Anpi vastese, chiede “alle istituzioni, prima di tutto alle forze dell’ordine e alla magistratura, di intervenire con fermezza davanti a quanto accaduto, utilizzando tutti gli strumenti di legge ed evitando ogni minimizzazione di un episodio che invece è grave e che presenta tutte le caratteristiche di una provocazione fascista e quindi penalmente perseguibile”. Si chiede,
altresì, “alle forze democratiche della città di portare la questione in Consiglio comunale e all’Amministrazione
di Vasto di valutare se ricorrano le condizioni per aprire un’indagine amministrativa per arrivare a sanzionare,
anche su questo piano, chi si è reso responsabile di queste azioni”.