The news is by your side.

Al lavoro per riaprire gli uffici esplosi dopo il furto alle Poste, bottino di circa 20mila euro

Aielli. Si lavora ad Aielli per riaprire gli uffici esplosi dopo il furto alle Poste. Secondo le prime stime non ancora ufficiali il bottino ammonterebbe a quasi 20mila euro, ma una parte è andata distrutta a causa della vernice antirapina che ha macchiato le banconote.

“Siamo già a lavoro per tornare alla normalità il prima possibile”, spiega il primo cittadino, Enzo Di Natale, “per quanto riguarda l’ufficio tecnico proveremo a farlo in tempi record. Per l’ufficio postale, fino a quando non sarà di nuovo funzionante, sarà compensato con l’apertura di quello di Aielli Stazione dal lunedì al sabato”.

Come raccontato da MarsicaLive nella notte tra sabato e domenica dei malviventi, a volto coperto, hanno fatto saltare il postamat con una carica esplosiva, fuggendo con il bottino. Un colpo, messo a segno dai ladri in pieno centro, senza preoccuparsi di essere visti o essere scoperti dai sistemi di video sorveglianza.

Un forte boato che è stato avvertito dai residenti di Aielli e poi l’arrivo dei carabinieri che hanno potuto constatare i danni provocati dal colpo: oltre al furto è infatti crollato il muro adiacente dell’ufficio tecnico del Comune.