The news is by your side.

Al via il collegamento meccanizzato tra il terminal Lorenzo Natali e viale Rendina, oggi la presentazione in Emiciclo

Biondi: "il collegamento tra il terminal di Collemaggio e l’area della Villa Comunale segnerà un momento di svolta per la città"

L’Aquila. Il Consiglio regionale dell’Abruzzo, d’intesa con il Comune e la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per L’Aquila e cratere, si avvia alla realizzazione di un collegamento meccanizzato tra il terminal “Lorenzo Natali” e Viale Rendina. L’intervento rientra nella più complessa opera di valorizzazione dell’area della Villa Comunale e della sede del Consiglio. Il progetto prevede l’installazione di due coppie di ascensori collegati tra loro da un tunnel servito da un tappeto mobile di circa 15 metri. Il primo ascensore sarà posto a pochi metri dall’accesso dell’esistente galleria che collega il terminal a piazza Duomo. Da qui, in circa 25 secondi, con una salita di 12 metri, si giunge a un pianoro che intercetta la seconda coppia di ascensori che conduce a Viale Rendina. In alternativa, anziché continuare per Viale Rendina, sarà possibile accedere ai camminamenti lungo le mura civiche per dirigersi verso Porta Tione o verso Viale di Collemaggio. Il costo totale dell’intervento è di 1.387.770 euro, comprensivo di lavori e progettazione. Il finanziamento è assicurato da uno stanziamento previsto dal CIPE, il Comitato interministeriale per la programmazione economica, che sarà rimodulato per tener conto del complessivo fabbisogno. Il completamento dell’opera, dall’affidamento della progettazione, è stimato in seicento giorni.

“Prosegue l’instancabile lavoro del Consiglio nel mettere a disposizione le proprie professionalità a servizio del Capoluogo di Regione”, dichiara il presidente Lorenzo Sospiri, “questa Istituzione sta dimostrando che trasparenza, sinergia e competenza sono le parole chiave per compiere miglioramenti sostanziali alla qualità urbanistica e sociale del territorio”. Il vicepresidente Roberto Santangelo pone l’accento, invece, sull’importante lavoro di potenziamento del parcheggio-terminal “Lorenzo Natali” e aggiunge che “questo intervento, previsto nel Masterplan Abruzzo, mi ha visto impegnato fin dal primo giorno della mia elezione a Consigliere regionale. Ora dobbiamo procedere speditamente verso la realizzazione del collegamento per decongestionare il traffico nel centro storico e incentivare e rivitalizzare tutte quelle attività che hanno trovato la forza e il coraggio di riaprire in centro”.

Soddisfazione espressa dal sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, che dichiara che “il collegamento tra il terminal di Collemaggio e l’area della Villa Comunale segnerà un momento di svolta per la città. Oltre a facilitare l’accesso al centro storico ritengo potrà essere un valido incentivo all’utilizzo del megaparcheggio, su cui il Comune sta intervenendo per riconsegnare a cittadini, pendolari e turisti una struttura funzionale, sicura ed efficiente. È un esempio di valida e fruttuosa collaborazione istituzioni che, chiamate ad esprimersi su proposte valide e prospettiche, dimostrano di saper lavorare in sinergia e con celerità nell’esclusivo interesse della comunità”. Il ruolo della Soprintendenza per L’Aquila e cratere è ben delineato dalla Soprintendente, Alessandra Vittorini.

“La proficua collaborazione attivata con il Consiglio regionale”, spiega, “unita all’attento lavoro condotto in questi mesi, ci consente oggi di presentare un progetto che nelle sue linee d’indirizzo è pienamente compatibile con il contesto: si tratta di un settore urbano nel quale coesistono le mura trecentesche con il sottostante versante boscato, il viale e la Basilica di Collemaggio e la nuova passeggiata pedonale lungo le mura che si sta progressivamente completando. Com’è già avvenuto nella fortunata collaborazione attivata per il restauro dell’Emiciclo che ha portato alla riscoperta dei locali ipogei dell’antico convento di S. Michele, oggi destinati alla Biblioteca del Consiglio con un suggestivo allestimento aperto a tutta la popolazione, questo percorso contempera nel modo migliore i valori storico culturali presenti e le necessità di garantire la piena funzionalità ed efficienza del centro storico.”. Il titolare dell’Ufficio Speciale per la Ricostruzione, Salvo Provenzano, ritiene l’intervento “un’opera strategica per il rilancio definitivo del centro storico dell’Aquila. Da parte nostra”, aggiunge, “ci sarà tutto il supporto affinché il Cipe approvi la variante richiesta al progetto che, seppur di modesta entità, è essenziale per il completo funzionamento del collegamento”. “Siamo ben lieti di essere coinvolti”, conclude il presidente della Gran Sasso Acqua spa, “seppur in minima parte, allo scopo di rimuovere e deviare un collettore fognario che andrebbe a intralciare i lavori. Metteremo a disposizione tutto il personale necessario in un’ottica di leale collaborazione con le istituzioni”.