The news is by your side.
Consorzio Vini d’ABruzzo 2

Alla scoperta dei Rifugi degli Appennini con il progetto Passamontagne

L’Aquila. Nell’estate 2014 la manifestazione che unisce i Rifugi degli Appennini di Emilia Romagna, Toscana, Lazio, Abruzzo e Molise per mostrare l’importante ruolo culturale e turistico del rifugio e incentivare la conoscenza della vita d’alta quota. Un “Passpartour” come documento identificativo dell’escursionista per conquistare le tappe di un percorso ideale nella natura e nel territorio con le sue tradizioni enogastronomiche e sociali, diventando “Amico del Rifugio” e vivendo una vacanza attiva, divertente ed ecosostenibile. L’Associazione Rifugi Alpi images (3)Apuane e Appennini e l’AGRA – Associazione Gestori Rifugi Appennino presentano la prima edizione di“Passamontagne”, iniziativa che nell’estate 2014 promuove il grande patrimonio naturalistico degli Appennini e dei Rifugi di Emilia Romagna, Toscana, Lazio, Abruzzo e Molise, mostrando l’importante ruolo del rifugio come presidio culturale del territorio dove convergono storia, peculiarità ambientali, tradizione enogastronomica, economia a filiera corta e uno stile di vita basato sull’ecologia, sulla sostenibilità, sull’aggregazione sociale ed il divertimento. Principi e contenuti che Passamontagne vuole trasferire agli escursionisti e agli amanti della montagna di tutte le età, attraverso il Passpartour e la qualifica di “Amico del Rifugio”: presso ogni rifugio e struttura convenzionata, ogni escursionista può munirsi del proprio Passpartour, un documento che serve ad attestare le sue visite ai rifugi come tappe di un percorso ideale. Ad ogni nuovo rifugio visitato, i gestori apporranno un timbro sul Passpartour; nel caso si aderisse alla qualifica di “Amico del Rifugio”, si avrò diritto a due timbri. Questa qualifica è proprio uno dei punti chiave del progetto Passamontagne: è un invito al coinvolgimento nella vita del rifugio attraverso diverse modalità, ad esempio partecipando alle attività quotidiane o trasportando materiale utile. Alcuni gestori invitano a mettersi in contatto con loro prima dell’arrivo, attraverso i recapiti telefonici o mail, per scambiare informazioni o segnalare piccole esigenze del rifugio: azioni che contribuiscono a far sentire l’escursionista non un semplice visitatore, ma parte integrante della vita del rifugio. A seconda della quantità di timbri raccolti sul proprio Passpartour, l’escursionista ha diritto a dei premi:

– 1° livello: Passpartour con 6 timbri, in premio la t-shirt di Passamontagne
– 2° livello: Passpartour con 12 timbri (10 se con la qualifica di Amico del rifugio) in premio il Kit di prodotti biodegradabili
– 3° livello: Passpartour con 16 timbri (14 se con la qualifica di Amico del rifugio) in premio una notte per due persone in uno dei rifugi che aderiscono a Passamontagne
– 4° livello: Passpartour con 20 timbri (18 se con la qualifica di Amico del rifugio) in premio due notti per due persone in uno dei rifugi che aderiscono a Passamontagne

La prima edizione di Passamontagne si terrà fino al 15 settembre 2014. Promuovendo la conoscenza del territorio degli Appennini, il progetto invita anche alla visita di Parchi, Riserve, orti botanici, grotte e musei: alla pagina http://passamontagneappen.wix.com/passamontagne#!da-visitare/cv6z il suggerimento di alcuni centri. Grazie alle sue molteplici peculiarità, Passamontagne ha ricevuto il prezioso sostegno dei due sponsor Lucart e BCC – Banca di Credito Cooperativo Versilia Lunigiana Garfagnana, ed il patrocinio da: Regione Toscana, Provincia di Lucca, Unione Comuni Garfagnana, Comune di Massa, Ente Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, Parco Nazionale della Majella, Parco Nazionale delle foreste casentinesi, Parco Regionale delle Alpi Apuane, Parco Regionale del Sirente-Velino, Parco Regionale Corno alle Scale, Legambiente Turismo Toscana, CAI Abruzzo, CAI Emilia Romagna, CAI Lazio, CAI Toscana, CAI Molise, Slow Food Abruzzo – Molise, Slow Food Emilia Romagna, Slow Food Toscana. La lista delle 30 strutture che hanno aderito al Passamontagne, consultabile anche sul sito www.passamontagne.it:

Area Alpi Apuane: Rifugio “Carrara”, Rifugio “Orto di Donna”, Rifugio “N. Conti”, Rifugio “A. Puliti”, Centro trekking “Monte Brugiana”, Rifugio “Città di Massa” al Pian della Fioba, Rifugio “La Quiete – il Robbio”, Rifugio “Del Freo”, Rifugio “E. Rossi”, Rifugio “Forte dei Marmi”, Casa Vacanze Sant’Anna di Stazzema.
Area dell’Appennino Tosco-Emiliano: Rifugio “Duca degli Abruzzi”- gruppo Corno alle Scale, Rifugio “Le Cave” – gruppo Acquerino-Cantagallo, Rifugio “G. Santi”- gruppo Monte Giovo, Rifugio “Pradaccio” – San Pellegrino in Alpe, Rifugio Mariotti al Lago Santo Parmense, Rifugio “Burigone”.
Area Parco Nazionale della Maiella: Rifugio “Fonte Tarì”

Area Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise: Rifugio “del Falco”, Rifugio “Pesco di Iorio”, Rifugio “di Prato Rosso”, Rifugio “Selva Bella”.

Area del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga: Rifugio “Carlo Franchetti”, Rifugio della Rocca, Rifugio Camping “Gran Sasso”, Rifugio “Duca degli Abruzzi”, Rifugio del Monte.

Area del Parco Regionale Sirente-Velino: Rifugio “Vincenzo Sebastiani”, Rifugio Tavoloni

Area del Monte Terminillo: Rifugio “Angelo Sebastiani”.

LINK

www.passamontagne.it

Facebook www.facebook.com/passamontagne

Twitter www.twitter.com/passamontagne

INFO e CONTATTI

Associazione Rifugi Alpi Apuane e Appennini

Antonella Poli, tel.: 0583 65169, E-mail: rifugi.associazione@alice.it

Associazione Gestori Rifugi Appennino

Luca Mazzoleni, tel.: 333 2324474, E-mail: info@agrarifugi.it

Ufficio stampa

Fiorenza Gherardi De Candei

Tel. +39 328 1743236, E-mail fiorenzagherardi@gmail.com