The news is by your side.

All’Aurum di Pescara arriva il 1° Biennale del Varco, fotografia, pittura e proiezioni

bienanlePescara. Il 29 dicembre, a partire dalle 17, all’Aurum si terrà la prima biennale del Varco. L’evento durerà sino a sera e sarà un’occasione per scoprire le molteplici attività in cui si è distinto negli ultimi anni questo produttore indipendente. Il tutto sarà inaugurato da una mostra di fotografia e pittura a cura degli artisti del collettivo, alla quale seguirà poi una serata di proiezioni e musica.

biennale 2Il grande ospite della serata sarà Alessandro Haber (vincitore del prestigioso David di Donatello), presente nel cortometraggio “Memorie di un viaggiatore” prodotto proprio dal Varco. L’attore presenterà le proiezioni e incontrerà gli spettatori in un’occasione unica. Inoltre per i partecipanti ci sarà l’opportunità di vedere la prima assoluta di “Onyricon” di Andrea Gatopoulos, l’ultima produzione del collettivo. Seguirà un’intera serata di musica live e concerti con Nosenzo e i Mizar Duo.
Il costo del biglietto è 10€ il prezzo intero e 5€ per studenti under 26, ma gli organizzatori hanno annunciato che l’intero ricavato della mostra sarà reinvestito nella stampa del prossimo romanzo edito da Il Varco.

biennale 3Ma chi è dunque Il Varco?
Il Varco è un editore e produttore indipendente che si sta facendo largo sulla scena negli ultimi anni.
Pubblicano e producono piccole opere, cortometraggi, progetti fotografici, racconti e poesie. Il collettivo ci tiene a specificare che non ha nessuno scopo di lucro: tutto ciò che gli viene offerto tramite donazioni e offerte viene reinvestito in arte e cultura per finanziare le pubblicazioni, manifestazioni, esibizioni live e reading.
Sul loro sito ( ilvarco.net ) , che vi invito a visitare, i membri hanno riportato delle parole molto chiare per indicare lo scopo primario che guida il loro lavoro: “Crediamo ancora nella possibilità di vivere di arte e cultura in Italia, e per questo vogliamo proporci come un nuovo punto di vista, giovane, figlio del nostro secolo: una nuova e lucida chiave generazionale di lettura della realtà.”
@AndreaMicalone
bienanle 4