The news is by your side.
Consorzio Vini D’Abruzzo 3

Prolungamento asse attrezzato a Pescara, il sindaco Masci: “Grande traguardo, mi impegnerò affinché sia pronto prima del 31 dicembre 2021”

Pescara. Al termine di oltre due ore di confronto tenutosi stamane a Roma con i dirigenti del ministero delle Infrastrutture e con il responsabile della progettazione dell’Anas, il sindaco di Pescara Carlo Masci ha annunciato la conferma del finanziamento di circa 15 milioni di euro per la realizzazione del cosiddetto prolungamento dell’asse attrezzato fino al porto (nel tratto che va da piazza della Marina fino al Ponte del Mare) e per la rigenerazione di tutta l’area dell’attuale via Andrea Doria, che dovrà rispondere a una diversa interpretazione urbanistica che vada a favore della mobilità sostenibile, del potenziamento delle capacità produttive delle aree portuali e del contenimento degli agenti inquinanti.

<E’ un risultato enorme per la città di Pescara – ha detto Masci – perché si tratta di opere che aspettiamo da anni e sulle quali fin dal mio insediamento ho concentrato la mia attenzione, affinché quanto indicato dal piano pluriennale degli investimenti dell’Anas da previsione divenisse realtà.

Oltre ai lavori di collegamento dell’asse attrezzato al porto e alla rigenerazione di via Andrea Doria, l’accordo che abbiamo raggiunto comprende anche la diversa sistemazione dello svincolo di Pescara Sud, con l’utilizzo della rampa di collegamento alla rotatoria nei pressi di strada Vallelunga e la demolizione delle rampe di uscita ed entrata che creano un forte impatto ambientale sulla pineta Dannunziana>.

Nel dettaglio l’accordo raggiunto oggi a Roma prevede che l’intervento da 15 milioni di euro, somma già nelle disponibilità del MIT, dovrà essere concluso entro il 31 dicembre 2021 e passerà attraverso l’assegnazione dei fondi alla Regione Abruzzo, una volta che quest’ultima avrà ricevuto la richiesta di trasferimento delle risorse dall’amministrazione comunale. Sarà infatti il Comune – sempre in base all’accordo – il soggetto attuatore, che avrà quindi la responsabilità della progettazione, dell’appalto e quindi dell’individuazione dell’impresa che dovrà eseguire le opere.

<Sono davvero soddisfatto – ha aggiunto il sindaco – per il fatto che il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e la stessa Anas abbiano accolto la mia proposta. L’ingegnere Scalamandré, direttore coordinamento e progettazione dell’Anas, che ringrazio per la lungimiranza dimostrata, ha infatti preso atto che il Comune di Pescara, per via di una ovvia migliore conoscenza dei propri assetti urbanistici e del territorio nel suo complesso, avesse maggior titolo – rispetto alla stessa Anas – alla gestione della fase progettuale ed esecutiva. Il termine del 31 dicembre 2021 per la conclusione dell’intera procedura sarà da noi anticipato, e mi impegnerò per questo. Ora tocca a noi fare le cose per bene nell’interesse della città, alla quale credo che oggi abbiamo portato un grande regalo>.

All’incontro di questa mattina erano presenti, oltre al sindaco Carlo Masci, Andrea Capuani, della direzione generale del MIT per le strade e le autostrade, Antonio Scalamandré, del coordinamento e progettazione dell’Anas, e i dirigenti del Comune di Pescara Giuliano Rossi e Fabrizio Trisi. In videocalling ha partecipato anche il responsabile del dipartimento Infrastrutture e Trasporti della Regione Abruzzo, Emidio Primavera.