The news is by your side.
Consorzio Vini d’ABruzzo 2

Alta velocità Roma-Pescara, il sindaco Casini: ribadita l’importanza della linea

Sulmona. Il Comitato dei numerosi sindaci nato per la promozione della Trasversalità e l’alta velocità della tratta Roma- Pescara e per lo sviluppo delle aree interne si è incontrato ieri in modalità telematica per conoscere il progetto di prefattibilità illustrato dal direttore commerciale di RFI Christian Colaneri. Un incontro promosso dal sindaco Annamaria Casini,  con la collaborazione istituzionale della senatrice Gabriella Di Girolamo, componente della Commissione parlamentare infrastrutturale del Senato e alla presenza del presidente di Confindustria Abruzzo, Marco Fracassi, del presidente di Confindustria Chieti-Pescara Silvano Pagliuca, da sempre attivi sui temi della trasversalità e promotori insieme agli altri rappresentanti del sistema produttivo e sindacale regionale del corridoio Tirreno Adriatico come leva si sviluppo non solo della aree interne, ma dell’intera regione, insieme allo studioso Antonio Nervegna che ha fornito un contributo dal punto di vista strategico dell’impatto economico di tali infrastrutture all’interno di uno scenario internazionale.

“E’ stata una sessione di lavoro molto importante, un incontro non su una proposta o una battaglia ma su un progetto finalmente concreto che l’Abruzzo attendeva da tempo e che consentirà più in generale alle nostre aree interne di rientrare in un percorso di sviluppo in ritardo strutturale da decenni” ha dichiarato il primo cittadino di Sulmona, Annamaria Casini.

“Abbiamo ribadito l’importanza della linea veloce della Pescara-Roma nelle politiche dei trasporti per merci e passeggeri che sostiene la strategia della trasversalità per lo sviluppo dei territori interni abruzzesi e laziali con la connessione veloce tra le due regioni. Aspetti rimarcati da tutti gli interventi dei numerosi sindaci presenti, rassicurati anche dal fatto che il potenziamento della tratta non escluderà i centri minori che anzi potranno essere collegati alle fermate veloci ottimizzando il vecchio tracciato in una logica di itermodalità. Uscire dall’isolamento consentirà di attrarre nuovi investimenti e di ridare linfa ai nostri siti industriali che con l’adeguamento della tratta anche al trasporto merci potranno finalmente riattrarre insediamenti industriali grazie a  nuovi servizi e logistica e sfruttare al massimo i vantaggi di una Zes trasversale, anch’essa ormai realtà in Abruzzo, per invertire il trend di spopolamento.  Le due tratte Avezzano-Roma e  Sulmona-Pescara renderanno più vicine la Capitale e la Costa al Centro Abruzzo favorendo nuova residenzialità e nuove opportunità di sviluppo anche per il settore turistico, che proprio in questo periodo si sta rivelando un vero e proprio volano per il futuro delle nostre aree. Esprimo soddisfazione per questo incontro proficuo e partecipato, finalizzato a conoscere in maniera chiara e approfondita, con spirito di collaborazione, quanto si sta programmando su questo tema importante per lo sviluppo delle aree interne di Abruzzo e Lazio, che noi sindaci abbiamo fortemente caldeggiato da molto tempo, esplicandolo concretamente in numerose iniziative pubbliche. Un traguardo che oggi diventa sempre più vicino, addirittura si parla di circa 7, anni di cantiere al netto dei tempi di progettazione ed autorizzazioni” ha continuato il sindaco Annamaria Casini.

“Nel progetto sono inseriti interventi che farebbero ridurre i tempi di percorrenza sulla tratta Pescara- Roma a poco  meno di 2 ore .  Gli interventi sulla Sulmona- Pescara potrebbero diminuire i tempi di percorrenza fino a 40 minuti, non escludendo accorgimenti più oculati che consentirebbero ulteriori riduzioni, e tra Roma Avezzano in meno di un’ora.  La dotazione finanziaria di oltre 6,5 miliardi necessaria è in parte coperta dai fondi già inseriti nell’attuale contratto di programma tra RFI e MIT mentre gli altri avranno copertura nel Recovery Fund per espresso indirizzo della Commissione Parlamentare alle Infrastrutture che ha voluto inserire nel Recovery Plan il piano “Italia Veloce” dove tra le altre è elencata appunto questa tratta, come ha ricordato la Senatrice Di Girolamo rimarcando per questo come questo intervento ora sia realmente concreto visto che l’iter è ormai partito.  “I sindaci resteranno vigili e seguiranno questo fondamentale progetto affinchè tale opportunità diventi una concreta realtà superando ogni criticità che si potrà presentare perchè da questo progetto dipende la crescita ed il futuro delle nostre aree interne e delle relative regioni” ha concluso la Casini.