The news is by your side.
Consorzio Vini D’Abruzzo 3

Anno giudiziario, il presidente dell’ordine degli avvocati dell’Aquila contro la riforma della prescrizione

L’Aquila. “La recente legge che modifica i termini di prescrizione elimina totalmente l’applicazione dell’istituto nei giudizi d’appello con il rischio concreto di un ulteriore allungamento della durata dei processi penali e la conseguenza per i cittadini, soprattutto quelli innocenti, di restare imputati per anni prima della definizione degli stessi”. Così il presidente del consiglio dell’ordine distrettuale degli avvocati dell’Aquila, Maurizio Capri, intervenendo all’Aquila all’inaugurazione dell’anno giudiziario nel distretto abruzzese.

“Contro questa riforma, noi avvocati stiamo protestando fortemente, nelle forme consentite dalla legge e nel rispetto delle prerogative del parlamento, e continueremo a farlo anche nelle prossime settimane, nella speranza di essere ascoltati nell’interesse generale della giustizia” ha continuato l’avvocato aquilano, che ha parlato a nome degli otto ordini territoriali abruzzesi.

Capri ha denunciato anche “una carenza endemica del nostro sistema legislativo laddove si continua ormai da decenni ad affrontare le problematiche legate alla giustizia per compartimenti stagni, anziché affrontarli attraverso una riforma organica che possa consentire agli operatori del diritto (avvocati e magistrati) di lavorare in maniera coerente e trasparente, e al cittadino di avere maggiori certezze e garanzie sulla tipologia del processo, soprattutto sulla durata dello stesso”.

Nel rimarcare la carenza di magistrati in organico, Capri ha spiegato anche che “proprio per quanto riguarda la durata dei processi civili bisogna dire che i tempi sono diventati inaccettabili, oltre dieci anni per avere giustizia nei tre gradi di giudizio, con un arretrato che aumenta progressivamente di anno in anno. Debbo dire, purtroppo, che su tale problematica gli uffici giudiziari del distretto non ne sono esenti”.