The news is by your side.
Consorzio Vini d’ABruzzo 2

Anziano morto in ascensore, trovate tracce di sangue e sequestrati abiti dell’indagata

Pescara. I rilievi eseguiti dai carabinieri del Ris nello stabile di in via Cerrano 9, a Montesilvano (Pescara), dove sabato e’ stato trovato morto il 74enne di Spoltore Donato Pangiarella, avrebbero messo in evidenza la presenza di tracce di sangue sulla vasca nel bagno dell’alloggio, dove l’uomo avrebbe battuto la testa dopo essere stato spinto dalla nigeriana 33enne che vive li’ e che e’ stata sottoposta a fermo domenica. I militari del Ris hanno anche trovato dei capi di abbigliamento della nigeriana, che sono stati prelevati e saranno sottoposti ad esami. Sarebbero quelli che la straniera indossdownload (1)ava nel momento in cui si trovava con l’uomo. Pare che poi, in un secondo momento, si sia cambiata. Sono le prime indiscrezioni che trapelano sul lavoro che i Ris hanno svolto a Montesilvano, in merito ai quali e’ stata gia’ consegnata una prima relazione. Del caso si stanno occupando i carabinieri del Nucleo investigativo, agli ordini del capitano Eugenio Stangarone, che stanno proseguendo gli accertamenti anche per fare luce sulla vita dei due. Da sabato ad oggi la donna sarebbe caduta in contraddizione piu’ volte e su piu’ fronti perche’, ad esempio, non avrebbe detto che l’incontro con il 74enne non e’ avvenuto al supermercato ma prima e che sarebbe stato Pangiarella ad accompagnarla a fare la spesa per poi riportarla a casa. E anche sull’allontanamento dell’uomo dall’appartamento avrebbe fatto ricorso a versioni diverse, dicendo una volta che avrebbe preso l’ascensore da solo e un’altra che sarebbe stato accompagnato. Nei suoi confronti esistono gravi e concordanti indizi di colpevolezza e resta in carcere, a Teramo, come disposto stamani dal gip del Tribunale di Pescara che ha convalidato il fermo.