The news is by your side.

Approvati dalla Giunta regionale nuovi provvedimenti su trasporti urbani e servizio idrico

Pescara. La Giunta regionale, presieduta, dal vice presidente, Emanuele Imprudente, ha deliberato, su proposta del presidente, Marco Marsilio, l’individuazione dei lotti per l’affidamento dei servizi extraurbani ed urbani di Trasporto Pubblico Locale (TPL) su gomma in attuazione del Regolmento CE n. 2338/2016 nell’ambito del bacino unico regionale previsto dalla legge regionale n.13 del 2016. In particolare, la Giunta regionale ha stabilito che gli affidatari dei servizi, qualunque modalità venga utilizzata per l’affidamento dei lotti definiti nel presente provvedimento, devono attuare le prescrizioni in materia di separazione societaria previste dall’articolo 8 della legge 287/90.

Inoltre, il provvedimento ha stabilito che per i lotti per i quali è disposto l’affidamento diretto, le istanze vengono valutate in funzione della coerenza con le linee della rete e la tipologia dei servizi definiti dalla programmazione regionale ed in particolare del Piano Triennale 2020-2022 in fase di redazione, nonché in funzione di criteri economico-qualitativi che saranno definiti in un successivo atto di Giunta. L’Esecutivo ha inoltre stabilito di prorogare fino al 31 dicembre 2020 i servizi automobilistici in concessione comunale/regionale, rientranti tra i servizi minimi e posti a carico del Fondo regionale trasporti. Infine, è stato deliberato di prorogare, fino al 29 febbraio 2020, i servizi delle
linee già oggetto di concessioni rilasciate ai sensi della Legge regionale 9 settembre 83 n.62 e sottratte al
contributo pubblico regionale a decorrere dal primo gennaio 2018, al fine di garantire il passaggio di detti
servizi a regime autorizzatorio, ovvero di autorizzarne a TUA Spa, previa richiesta della medesima entro detta data, lo svolgimento ai sensi della Legge regionale n.11/2007 nell’ambito del 20% che la società affidataria in “house providing” può legittimamente svolgere al di fuori dei compiti ad essa affidati dall’ente controllante.

La Giunta regionale, su proposta del vice presidente Imprudente ha, poi, approvato l’integrazione dello Strumento di Attuazione Diretta (SAD) per la realizzazione di opere infrastrutturali per l’adeguamento e il potenziamento del servizio idrico integrato (acquedotti, fognature e depuratori) e le relative risorse premiali FSC per il progetto denominato “Completamento del collegamento fognario intercomunale Ovindoli-Celano-Avezzano” per complessivi 373mila euro. Infine, è stata approvata l’integrazione dello Strumento di Attuazione Diretta (SAD) per la realizzazione di opere infrastrutturali per l’adeguamento e il potenziamento del servizio idrico integrato e l’utilizzo delle risorse premiali, pari a complessivi 800mila euro, per il progetto denominato “Adeguamento del depuratore sovracomunale al servIzio dei Comuni di Barrea e di Villetta Barrea”