The news is by your side.
Consorzio Vini D’Abruzzo 3

Approvato contributo alla Fisi, Angelosante (Lega): in Abruzzo lo sci è una bella realtà, investimento su futuro sportivo

"I giovani sciatori abruzzesi avranno un'opportunità in più per emergere"

L’Aquila. Il consiglio regionale ha approvato una proposta di legge che prevede uno stanziamento di 50 mila euro quale contributo alla Federazione Italiana Sport Invernali -comitato abruzzese. “Si tratta”, spiega il consigliere regionale in quota Lega, Simone Angelosante, “di un contributo mirato alla promozione delle attività sportive giovanili della Fisi, in quanto in Abruzzo lo sci è una gran bella realtà che vanta 2mila tesserati e 40 sci club regionali. Inoltre, abbiamo oltre 20 atleti che sono “osservati” nazionali per i titoli conquistati, un atleta nella nazionale C, l’aquilana Giulia Di Francesco, Goffredo Mammarella del gruppo sportivo carabinieri ed è abruzzese il vincitore della gara “Pinocchio sugli sci” che è la massima manifestazione per i giovanissimi italiani e si tratta di Andrea Piccone”.

“Questo finanziamento”, sottolinea Angelosante, “consentirà ai nostri giovani di praticare lo sci, attraverso le scuole, gli sci club e a partecipare alle gare nazionali che si tengono normalmente sulle piste alpine. Si tratta di un investimento sul nostro futuro sportivo. Altre regioni del nord, da sempre, sostengono questa attività mentre per l’Abruzzo si tratta la prima volta. Lo sci, infine, è un formidabile motore economico del turismo regionale”. A commentare l’approvazione del provvedimento in Consiglio è intervenuto il presidente della Fisi Angelo Ciminelli. “Un doveroso ringraziamento va ai consiglieri che hanno sostenuto l’attività della Federazione”, ha detto il presidente della Fisi, “un sostegno importante per i nostri ragazzi in questo momento storico dove sono molti gli atleti in vista a livello nazionale. Finalmente, per la prima volta, i nostri ragazzi potranno praticare questo sport avvicinandosi all’agonismo vero, soprattutto a livello giovanile, dove le tante trasferte rappresentano un impegno economico sostanzioso per le famiglie”.