The news is by your side.

Approvato progetto di legge su governance turistica regionale. Soddisfatto Berardinetti

L’Aquila. “La terza commissione consiliare ha approvato, nella seduta odierna, il progetto di legge di riordino del sistema turistico regionale”, così Lorenzo Beradinetti, che ha aggiunto: “L’obiettivo dell’intervento normativo, di cui sono il primo firmatario, è quello di promuovere attività che valorizzino le destinazioni ed i prodotti turistici regionali, affinché aumenti l’attrattività del territorio abruzzese,  nonché quello di favorire processi di aggregazione programmatica,  progettuale ed operativa tra attori pubblici e privati coinvolti nel settore turistico. Lo stimolo all’imprenditoria locale, ha aggiunto Berardinetti, deve essere traino per una promozione turistica ad ampio raggio che, attraverso la promozione di progetti di sviluppo turistici per destinazione e prodotti condivisi con il territorio e l’amministrazione regionale, raggiunga una competitività nei mercati iLorenzo_Berardinetti_2taliani ed esteri grazie a strumenti di innovazione ed internazionalizzazione”. Soddisfazione è stata espressa anche dal Consigliere Mauro Di Dalmazio, ex Assessore al turismo della Regione Abruzzo, capogruppo di Abruzzo Futuro. “La legge, della quale sono firmatario, è il completamento del processo di riorganizzazione complessiva della governance turistica abruzzese che ha portato alla costituzione di 13 DMC (Destination Management Company)  e una PMC (Product Management Company) che conta nel settore, in via diretta ed indiretta,  più di 4.000 operatori. Il riconoscimento delle Dmc e Pmc, per legge, consentirà al sistema turistico abruzzese di essere più competitivo, grazie all’integrazione dei servizi e alla commercializzazione dell’offerta, valorizzando al massimo le peculiarità del territorio abruzzese migliorando il livello dei servizi e dell’offerta”. Berardinetti ha concluso dicendo “vorrei ringraziare gli esponenti dell’opposizione per la sollecitudine con la quale hanno accolto questo provvedimento e per averne consentito la rapida approvazione”.