The news is by your side.

Arriva a Scoppito la prima edizione del trail Le Turri, un evento sportivo per valorizzare il territorio

L’Aquila. Il “Trail le Turri”, il primo trail di Scoppito, si terrà sabato 22 giugno a partire dalle 17. L’evento, nato dall’idea dell’atleta Fabio Maurizi dell’Asd “Atletica Abruzzo” e dell’assessore comunale Alessio Albani con lo scopo di rivitalizzare il paese di Scoppito e spingere i giovani ad avvicinarsi al mondo dello sport, è stato subito condiviso da numerose altre associazioni sportive del territorio e vede la collaborazione della Pro loco di Scoppito, della protezione civile locale “Grisù onlus”, del gruppo Ana sezione di Scoppito, della società sportiva Amiternina e il patrocinio del Comune di Scoppito.

Ci saranno due tipi di percorsi: la corsa competitiva di 10 km, con dislivello di 450 metri per il 90% su sentiero sterrato, che vedrà premiati i primi 3 atleti e le prime 3 atlete assolute; e una passeggiata non competitiva aperta a tutti, al fine di far ammirare ai partecipanti le frazioni del Comune e la bellezza del paesaggio che circonda il paese di Scoppito.

Alle 15 è previsto il ritrovo e ritiro del pacco gara in piazza Vittorio Emanuele II; alle 16 partenza della passeggiata seguita, un’ora più tardi, alle 17, dall’avvio del gruppo di gara. L’arrivo della passeggiata e della gara è previsto sempre in piazza Vittorio Emanuele II. La serata proseguirà, dopo le premiazioni, con il pasta party e la festa in piazza con i musicisti del gruppo “Cimannarino” (acoustic version) ed il loro repertorio della migliore canzone cantautorale italiana, e food truck.

Per le iscrizioni sia di singoli che di società si può accedere al sito www.parkstrailpromotion.com oppure a www.timingrun.it o, in alternativa, scrivere una mail a timingrun@gmail.com. La classifica sarà a cura di TimingRun. E’ possibile, inoltre, iscriversi in loco (piazza Vittorio Emanuele II) sino alle 16 di sabato 22 giugno. Il costo delle iscrizioni è di 10 euro.

Questo il percorso della gara. Partenza da piazza Vittorio Emanuele II da cui, percorrendo via Macere, si arriva a colle Macere. Da qui inizia un sentiero abbastanza agevole (ex percorso della salute) e si arriva alla chiesetta di Santa Brigida, dopo della quale inizia la salita. Il primo tratto s’immerge all’interno di una pineta, da cui poi si percorre il sentiero che porta in località Le Turri (che dà il nome alla gara) dove sorge una croce che di notte s’illumina. Lasciata la località Le Turri alle spalle, inizia un tratto molto impegnativo, alla fine del quale c’è il punto ristoro, che porta a incrociare un sentiero quasi completamente pianeggiante sino alla località passo San Leonardo, noto come “casetta D’Ascenso”. Da qui inizia il cosiddetto Sentiero delle vacche che conduce direttamente all’imbocco della discesa di Pristancone. Finita la discesa, incomincia l’ultimo tratto sull’asfalto. Si scende in località Licenne nei pressi del vecchio campo sportivo e da qui si sale fino alla chiesa di San Valentino, resa inagibile dal terremoto. Si riscende e, passando da piazza Collepenne, si torna in piazza Vittorio Emanuele II.