The news is by your side.

Arrivano i nuovi Boxer e Jumper elettrici e saranno prodotti in Abruzzo

nuovi boxer e jumper elettriciIl mercato delle auto eco-compatibili comincia ad attirare sempre più consumatori e, di conseguenza, è normale che le case costruttrici stanno indirizzando i loro sforzi anche verso un maggior sviluppo del settore green. Il gruppo francese PSA non si è potuto quindi rivelare da meno e ha dunque presentato, al Birmingham Commercial Vehicle Show, le nuove versioni dei suoi veicoli commerciali Boxer e Jamper, che saranno prodotti in Abruzzo.

Arrivano dall’Abruzzo i nuovi Boxer e Jumper

Dei nuovi veicoli commerciali che la PSA ha presentato al Birmingham Commercial Vehicle Show non sono passati certo inosservati i due nuovi furgoni elettrici: il Peugeot Boxer Electric e il Citroën Jumper Electric, pensati in diverse versioni con diversi gradi di autonomia dipendenti dalla lunghezza del mezzo. Per quelli più corti infatti è prevista una percorrenza senza ricarica di 225 Km, secondo il ciclo NEDC, mentre per i più lunghi l’autonomia dichiarata è di 270 km. Due nuovi modelli che verranno costruiti proprio in Abruzzo, nella filiale di Sevel in Val di Sangro, mentre la loro elettrificazione invece verrà realizzata dalla BD Auto, che si occuperà anche dell’omologazione dei veicoli.

Ma la produzione di veicoli commerciali alimentati a batteria toccherà nel 2020 anche i furgoni più leggeri, come Peugeot Expert e Traveller, Citroën SpaceTourer, e Opel Vivaro e Life, mentre nel 2021 verranno messe in produzione le versioni elettriche del Partner Tepee della Peugeot, e Berlingo della Citroen, anche nella versione passeggeri. D’altronde, data la sua posizione leader nel settore dei veicoli commerciali, il gruppo PSA non poteva mancare l’occasione di inserirsi nel mercato green con i suoi furgoni più venduti.

Sempre più green anche nel mercato delle auto usate

La crescita di una maggior coscienza ecologica nei consumatori non poteva quindi che farsi sentire anche nel mercato dell’usato e gli automobilisti infatti, anche grazie ai prezzi più contenuti, sono sempre più orientati ad acquistare veicoli green, come d’altronde si può notare consultando le statistiche delle ricerche sulle auto di seconda mano. Infatti, secondo una ricerca DOXA, la percentuale di veicoli ecologici usati sulle nostre strade cresce in maniera evidente e costante, e sono ricercati soprattutto presso portali specializzati nella vendita di auto usate online. Dallo studio è infatti possibile notare come il tipo di motorizzazione giochi un ruolo di primo piano nella scelta anche dell’auto usata, con una buona percentuale di automobilisti che si indirizza verso l’acquisto di auto ibride o totalmente elettriche. Nel primo quadrimestre del 2019 infatti le ricerche di auto elettriche sono cresciute del 82%, mentre quelle ibride hanno superato il 300%.

Insomma, quello dell’auto green è un mercato che cresce di continuo, anche grazie alle scelte responsabili dei consumatori che stanno recependo le nuove norme europee del Real Driving Emissions, soprattutto nelle città più grandi e affollate come Milano, Bologna e Torino. Qui infatti il mercato delle ibride supera di un terzo la media italiana, selezionando auto ecologiche di ottima levatura anche tra i marchi di lusso, come BMW, Mercedes e AUDI, che risultano le case più ricercate anche tra le auto usate.

Dall’usato al nuovo, la mania per le auto ecologiche sta contagiando tutti e le case di produzione, se vogliono rimanere al passo con i tempi, non potranno fare a meno di tenerne conto.