The news is by your side.
Consorzio Vini D’Abruzzo 3

Assegnazione alloggi di edilizia pubblica a Chieti, pubblicato il bando

Chieti. Sul sito del Comune di Chieti www.comune.chieti.gov.it, (Albo Pretorio), è stato pubblicato il bando di concorso generale per l’assegnazione in locazione semplice di alloggi di edilizia residenziale pubblica, ubicati nel Comune di Chieti, che si renderanno disponibili o che saranno ultimati nel periodo di efficacia della graduatoria definitiva. palazzina popolareLo rende noto l’Assessore alle Politiche della Casa, Maria Rita Salute. Al bando potranno partecipare sia i nuovi aspiranti all’assegnazione, sia i concorrenti iscritti nelle precedenti graduatorie definitive. Tutte le domande presentate in occasione del bando ERP pubblicato nell’anno 2009 decadranno e, pertanto, per essere inseriti nella nuova graduatoria, è necessario ripresentare la domanda. Le domande dovranno pervenire, pena l’esclusione, entro il 22 febbraio 2016 per i cittadini residenti nel Comune di Chieti o per coloro che svolgono una attività lavorativa esclusiva o principale nel medesimo Comune di Chieti, ed entro il 22 aprile 2016 per i lavoratori emigrati all’estero residenti nell’area europea. Per i lavoratori emigrati all’estero, residenti nei Paesi extra europei il termine per la consegna delle domande è fissato al 22 maggio 2016. Le domande di partecipazione al concorso dovranno essere  redatte unicamente sui moduli predisposti dal Comune di Chieti, da ritirarsi presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico, Corso Marrucino, 81, o presso il Servizio Politiche della Casa, viale Amendola, 53,  nelle ore di apertura al pubblico. I moduli sono, altresì, reperibili sul sito internet del Comune di Chieti www.comune.chieti.gov.it. Il Servizio Politica della Casa è a disposizione dell’utenza per ogni e qualsiasi informazione utile per la partecipazione al concorso. «L’Amministrazione Comunale, pur consapevole della esiguità delle risorse, si sta adoperando al fine di dare risposte a quanti  oggi vivono una situazione di oggettiva difficoltà che, necessariamente, involge il bene primario della casa.»