The news is by your side.

Attivata la rete Wi-Fi, Navelli diventa il borgo 2.0. Il sindaco: più di otto postazioni in tempo record

"Navigazione già consentita in punti strategici del territorio, progetto per cittadini e turisti"

L’Aquila. La tecnologia di comunicazione più evoluta al mondo sbarca nello splendido scenario medievale del comune di Navelli dove è stata attivata la rete Wi-Fi. Più di otto postazioni divise per il centro capoluogo dell’omonima piana e la frazione di Civitaretenga sono state attivate in tempi record. In particolare, le aree dove poter accedere alla navigazione gratuita sono la sala polifunzionale “G. Santucci”, Pro-Loco e ufficio IAT, la parte interna e nell’esterno del municipio, piazza San Pelino, Palazzo Santucci e in piazza San Sebastiano, mentre per la frazione di Civitaretenga sono attivi gli impianti sistemati a piazza Garibaldi, circolo ricreativo, interno ed esterno del convento di Sant’Antonio.

“Le antenne sono state posizionate per non arrecare danno all’immagine del nostro comune e sono già in grado di consentire la navigazione nei punti strategici del territorio”, ha detto il sindaco di Navelli e commissario della comunità Montana Montagna dell’Aquila Paolo Federico, “in questo modo abbiamo portato a termine un progetto che consentirà a cittadini e turisti di poter navigare in modo gratuito e sicuro anche stando all’aperto”. L’impianto per la realizzazione del Wi- Fi è stato realizzato grazie al contributo di 15mila euro che il comune di Navelli si è aggiudicato con la vittoria nel bando della Commissione Europea WiFi4EU. Quest’ultimo ha consentito di realizzare l’infrastruttura per la gestione dei punti wireless e per attivare i cosiddetti hotspot Wi-Fi che consentono l’accesso gratuito alla navigazione.

L’iniziativa WiFi4EU nata per promuove il libero accesso alla connettività Wi-Fi per i cittadini negli spazi pubblici, fra cui parchi, piazze, edifici pubblici, biblioteche, centri sanitari e musei, nei comuni di tutta l’Europa ha una durata di tre anni. Poi, il comune dovrà provvedere a mantenere i costi di gestione, tra l’altro non molto esosi. Il bando, giunto alla sua terza edizione, nelle precedenti edizioni aveva premiato 142 comuni italiani, di cui  8 abruzzesi compreso Navelli e Navelli è tra i primi ad avere ultimato i lavori e attivato la rete.